Home arrow Notizie e Attività arrow BISTEK - RISTORANTE E BIRRERIA DA 50 ANNI SULLA BRECCIA
BISTEK - RISTORANTE E BIRRERIA DA 50 ANNI SULLA BRECCIA PDF Stampa E-mail

Image50 anni ben portati da Antonio Bonetti e sua moglie Ornella, e il loro spirito ingegnoso brilla sempre in cucina e in sala, ogni giorno, mese e anno e sempre con sorriso e accoglienza, non di facciata.

Ideatore di questo locale fu il padre di Antonio, Francesco, detto Bistek per la sua figura alta ed snella. Seppure nel corso degli anni il locale abbia cambiato almeno in parte fisionomia, sostituendo al piano strada il bar osteria, con la più moderna birreria, Bistek è sempre stato anche il nome di questo locale, anche per il Ristorante.

E' collocato nella piccola cittadina di campagna di Trescore Cremasco, alle porte di Crema e Caravaggio, e la sua storia gastronomica è strettamente legata ad una cucina tipicamente "Rurale", dai gusti semplici e genuini, ma pieni di fascino e sapori, dimenticati da tempo nell'era moderna.

ImagePosto al 1o piano dell'edificio, è composto da due sale e un salone per grandi numeri, con un arredo tipico da "Ristorante-Osteria", ma con quel tocco di professionalità che lo colloca nell'alveo della migliore Ristorazione Cremasca.
Al Bistek, le proposte della cucina tengono sempre fede alla tradizione con piatti inusuali, come il Salva Cremasco (tipico formaggio locale) panato e fritto, oppure servito nature con le “tighe”, così il cotechino cremasco  impanato e fritto (una vera goduria)nonché i peperoni verdi locali sotto aceto e il salame cremasco di loro produzione. Poi le paste fresche fatte in casa, i tortelli della sagra di Trescore, con il loro ripieno dolce , composto da 21 ingredienti, è un piatto irrinunciabile.

Lo stesso ripieno farcisce anche le “Gnocche Cremasche”, piatto di produzione di Antonio Bonetti e registrati De.Co. presso la Camera di Commercio di Cremona. Di patate gli gnocchi di ricotta conditi con burro fuso e “raspa” di Bella Lodi.

ImageI tortelli a fagottino con un ripieno realizzato con il petto d’oca tagliato al coltello ed emulsionato con fegato grasso. Va ricordato che in queste zone erano presenti moltissime famiglie di origine ebraica con i loro allevamenti di oche (in sostituzione delle carni di maiale) e che le donne del luogo vendevano a Milano questa leccornia (nascondendoli sotto le gonne per non pagare il dazio). La tavola ebraica prevedeva il tortello di pasta matta (farina, acqua e sale) con la farcitura di ripieno con spezie, biscotti e altro, preludio, del tortello Cremasco.

Poi il merluzzo “quaresimale” fritto, servito in ristretto di pomodoro e cipolle, oppure le carni di Fassona Piemontese fornite da Cazzamali, noto macellaio di Romanengo, e ancora piatti più impegnativi come cervella di vitello e carciofi impanati e fritti alla milanese, o coscette d’anatra in lunga cottura con funghi e polenta.  Per terminare i formaggi esemplari che spaziano dal cremasco e bergamasco, e così  tra i dolci il gelato alla zucca gialla, amaretti e Marsala. Ottimo il rapporto qualità e prezzo.

E’ in questo contesto che il Ristorante Bistek è stato selezionato e scelto per la premiazione al Bontà il 13 novembre 2017, che ha vinto con i suoi due piatti di punta (Tortello e Gnocca Cremasca), il concorso “Raviolo o Tortello della Tradizione e del Talento dello Chef”, con l’abbinamento dei vini dei vari territori, selezionati  e gustati in un contesto di piacevolezza e allegria, di una giornata autunnale.

Info - Ristorante Bistek
via De Gasperi 31
Trescore Cremasco (CR)
tel.0373.273046
chiuso mercoledì e le sere di lunedì e martedì
Sito Web: www.bistek.it

Image

 
< Prec.   Pros. >