Home
AZIENDA AGRICOLA PADROGGI - LA PIOTTA: UNA SORPRESA BIOLOGICA PIACEVOLE. PDF Stampa E-mail

ImageScopriamo questa azienda grazie all’invito da parte di una carissima amica, promoter  vitivinicolo, che invitandomi ad un Press Tour Educational mi ha permesso di conoscere vini e persone dal tratto profondamente umano. Sono convinto, come sostengo da tempo, che quello che produciamo risponde strettamente a ciò che siamo.

Se siamo persone “cattive” non potremmo che realizzare prodotti “cattivi” (amari, squilibrati, riluttanti), se invece il nostro animo umano è “buono” ciò che realizzeremo saranno prodotti “buoni” (piacevoli, equilibrati, integri), indipendentemente se produciamo vini, informazione, pane e altro. E’ quello che io cerco in ogni prodotto vale a dire “l’anima”, e questa la si scopre scrutando le persone, facendole parlare e sopratutto saper ascoltare.  Poi ti diletti a scoprire la corrispondenza tra il dire e il fare, tra il pronunciare e l’essere.

ImageMi riferisco all’Azienda Agricola Padroggi – La Piotta - di Montalto Pavese (Pv), Viticoltori da tre generazioni, e il suo titolare Gabriele Padroggi, persona squisita che di fronte alle cazzate che venivano espresse da taluni “soloni” dell’informazione, che per apparire “sapienti” ne dicevano di tutti colori, rispondeva pacatamente portandoli sulla strada giusta anche in termini tecnici, agricoli ed enologici, nonché storici e contemporanei, dell’azienda, del territorio, delle uve prodotte e le loro caratteristiche. Per me è stato un piacere ascoltarlo e poi avere la conferma con i suoi prodotti e “l’anima” che essi contenevano.

E’ importante sapere che i vini prodotti dall’Azienda Agricola Padroggi - La Piotta, sono passati da “agricoltura biologica” a “vini biologici” e dal 2005 con la certificazione posta nella retro etichetta, con autorizzazione di legge e di certificazione europea (vedi foto).

ImageCosì abbiamo visitato le vigne e la loro disposizione nonché la cura dei vigneti e la loro protezione, i sistemi di vendemmia e trasferimenti in cantina, la trasformazione delle uve in mosto e poi in vino, e la loro destinazione finale (spumanti con metodo Martinotti e Metodo Classico, i vini bianchi fermi, giovani e da riserva, i vini rossi nelle sue diverse versioni).

Il signor Gabriele Padroggi si mostra a chi arriva nella sua cantina, con una professionalità inaudita coronata da un “carma” (tranquillità e rilassatezza) sorprendente e confessa che questo traguardo lo ricercava da anni e che voleva coronare questo sogno sin da ragazzo, ovvero, realizzare vini sani e piacevoli, e nel contempo tutelare la salute dei consumatori e proteggere l’ambiente che lo circondava. Magnifico.

L’Azienda Agricola Padroggi - La Piotta deve il suo nome (La Piotta) dalla trasformazione in dialetto piemontese, seconda metà dell’Ottocento, di  “pietra”, nome con una “T” sola, ovvero “La Piota” fino a quando non passò sotto la regione Lombardia e assunse il nome “La Piotta”.

ImageL’età media dei vigneti attualmente presenti è di circa 30 anni e ciò permette la produzione di vini bianchi dai profumi intensi e persistenti e di vini rossi corposi e ben strutturati. A testimonianza dell’amore per le tradizioni e il proprio territorio sono ancora esistenti e produttivi nove filari di Pinot grigio impiantati nel 1930.

La produzione annua è di circa 70.000 bottiglie e l’intero ciclo produttivo, dalla vite alla bottiglia, avviene in azienda ed è personalmente curato dalla famiglia Padroggi.

La conduzione dell’Azienda è tutta familiare dal nonno Luigi Padroggi (novantenne e fondatore dell'azienda) ai suoi figli Gabriele e Mario, i nipoti Luca ed Enrico e le rispettive mogli che fungono da Jolly con diversi ruoli nell’attività della tenuta.

Non vi segnaliamo nessun prodotto, lasciamo a voi il gusto di scoprire questi vini direttamente in cantina.

--------------------------

AZIENDA AGRICOLA PADROGGI - LA PIOTTA
Loc. Piotta,
27040 Montalto Pavese (PV)
Telefono:0383 870178 - 419 - 467
web:
www.padroggilapiotta.it
e-mail: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

Image

 
Pros. >