Home arrow Qualita' Italiana
Qualita' Italiana
QUALITA' ITALIANA: L'IDENTITA' DEI PRODOTTI DELLA CUCINA DI CASA NOSTRA PDF Stampa E-mail

ImageEccoci in corsa per  soddisfare le richieste pervenutaci da tempo e da più parti,  di promuovere e premiare i  prodotti della tavola Italiana, ovvero, i  prodotti della tradizione, premiare gli usi e costumi che stanno alla base della cucina nazionale, le radici familiari che sono alle origini di essa e le evoluzioni nel tempo. 

Premiare le osterie, le trattorie e i ristoranti, luoghi che hanno permesso nel tempo, di costruire il nocciolo duro della Grande Cucina Italiana e consolidatasi (a livello locale, territoriale, regionale) sulla tavola odierna. 

Rispondiamo affermativamente a questa richiesta e sciogliamo ogni nostra riseva con la sottolineatura che qualitàITALIANA, non vuole e  non è un marchio, ma semplicemente un logo identificativo del risultato di questa ricerca, che vuol lasciare  "un segno visivo" di ciò che si scopre, segnalando e premiamdo questi soggetti, attraverso "Touring del Gusto", il nostro vero "marchio" di origine, da cinque edizioni. 

Segnaliamo, promuoviamo e premiamo, Botteghe, Negozi,  Salumerie, Laboratori Alimentari, Macellerie, Caseifici, Pastifici, Winebar, Enoteche, Empori, Osterie, Trattorie, Ristoranti, Cantine, Acetifici e Attività similari, in quanto soggetti della nostra missione

Oggi - 25 giugno 2012 - iniziamo una nuova avventura - con questo logo e con questo obiettivo.

 
LUCHIN L'OSTERIA CON CUCINA HA OLTRE 100 ANNI ED E' SEMPRE APPREZZATA NON SOLO A CHIAVARI (GE) PDF Stampa E-mail

ImageSarà un po blasfemo, ma andare per Chiavari senza una capatina da Luchin, è come andare a Roma senza visitare Piazza San Pietro; così esordì un mio carissimo amico andando in giro per chiavari, un giorno di mezza estate.

Chiavari per chi non lo sapesse, è una splendida cittadina posta nella magica riviera di Levante, ricca di fascino, di profumi e di sapori particolari, e noi, attratti da questa caratteristica ci siamo imposti di trovare e scoprire un locale, un'osteria oppure, anche una bottega dove vi fosse concetrata un po di cultura ligure.

Così, Grazie a questo  mio amico, ho avuto la fortuna di conoscere non solo un locale centenario e la loro cucina di tradizione, ma anche quella di fare amicizia con un componente della quarta generazione della famiglia, ovvero, con Nicola Luchin.

ImageImageGrande personaggio, non solo per la massa corporea, ma anche e sopratutto, per cultura, saggezza e qualità. Un'uomo solare, piacevole che si capisce subito che viene dall'ambiente e che porta con se una tradizione di persone che prima di lui sono stati "L'Oste" di questo locale e che nel loro DNA è scolpito il calore umano verso il cliente, la qualità delle materie prime proposte, offrire si pietanze povere, ma ricche energeticamente e gustose, tipiche dei sapori della liguria e di Genova in particolare.

Qui si può assaggiare la "Farinata" di ceci, acqua e olio cotta nel forno a legna in un grande e basso recipiente; la "Panissa Ligure", un sorta di pane/polenta anche a dadini, oppure fritta a pezzi, ecc; "Ceci in Zemino", una sorta di zuppa con verdure, funghi, ceci, pane: meravigliosa; "Minestrone di Verdure alla Genovese", con il farro della Garfagnana; "Totani ripieni con tagliatelle fini"; "Tegame di sardine al forno"; Image"Torta di carciofi"; "Ripieni misti di verdure"; "Tomascelle", ritagli di carni di vitello cotti nel sugo di manzo e verdure, ad involtino, oppure, a quadretti con stecchino; "Cima alla genovese", a fette; "Traofie al pesto"; "Ravioloni alla Genovese fatti in casa"; "Baccalà alla ligure" al forno; "Fritto misto del golfo"; "Muscoli ripieni" e altro ancora, da assaggiare  personalmente.

Il locale, nasce nel 1907 ed ha subito nel tempo diverse modificazioni, ma, nell'essenza originale è rimasta intatta. Infatti, oggi, il locale si presenta ben arredato con stile tipicamente di Osteria, ovvero, tavoli di legno affiancati l'un l'altro, tovagliette Imagedi carta, bicchiere comune per l'acqua e calice professionale per i vini, cucina e forno a vista, esposizione dei piatti con le pietanze del giorno (che di volta in volta escono dal forno a legna e dalle attrezzature di cucina), vini liguri della riviera di levante, servizio a tovala ben curato, proposte culinarie del territorio capaci di soddisfare sia il turista di passaggio o il cliente affezionato, come i frequentatori del vicino mercato e i cittadini dell'entroterra.

Nell'era moderna "Luchin" resta un'Osteria tipica con al suo fianco la "Bottega" dove si può acquistare al dettaglio le prelibatezze del luogo e portarsi ciò che si vuole a casa o dagli amici. Si possono scegliere vini anche di altre regioni nonchè Champagne di piccole Mason e tutto con grande attenzione al prezzo e alla qualità, nonchè al portafoglio della gente.

Ad oltre un anno di distanza, la nostra giuria ha deciso di conferire al locale e alle persone della famiglia Luchin, la Gran Menzione di "qualitàITALIANA", premiata dal Touring del Gusto 4aEdizione 2011-2012.    E' un locale da non perdere!.

-------------------------------------------------

per info: OSTERIA CON CUCINA LUCHIN S.n.c.
Via Bighetti 51
16043 - Chiavari (GE)
tel: 0185 301063
e-mail:
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
sito: www.luchin.it
Web: www.trovavetrine.it/ristorante-luchin

 
SANT'ESPEDITO DI MORTARA: IL RISTORANTE RELAIS DOVE LA QUALITA' E LA TIPICITA' E' DI CASA PDF Stampa E-mail

ImageEcco un esempio della Qualità Italiana che trovi nella  Cucina Locale e Tradizionale. Il Ristorante Villa "Sant'Espedito", selezionato da "commissari designatori" ed acclamato dal voto dei commensali, propone nella stagione dell'Oca, menu e prodotti della tradizione che risalgono sin dal 1400, quando con l'arrivo di famiglie e allevatori ebraici dell'oca, si diffuse come prodotto "sacro" in tutta la Lomellina.

Le oche, infatti,  hanno da sempre trovato in Lomellina un habitat naturale ottimale. A consolidare e ad incrementare l’allevamento delle oche in Lomellina, contribuì anche, nel ’400, un editto di Ludovico Sforza, che autorizzava insediamenti ebraici nella zona.

Le prescrizioni religiose ebraiche, che non consentono, come è noto, il consumo di carne di maiale, portarono alla ribalta il salame composto da carne d’oca, che, prodotto secondo ricette differenti, rientrava tra le abitudini della cucina giudaica. La comunità ebraica ebbe modo, negli scambi effettuati durante il mercato cittadino con le famiglie contadine mortaresi, di apprezzare i prodotti locali.

L’oca forniva carne kasher, cioè pura; l’aggettivo "ecumenico", utilizzato per indicare il salame crudo d’oca, si riferisce proprio al suo possibile consumo da parte dei professanti del cristianesimo, dell’ebraismo e dell’islamismo.

ImageLa comunità ebraica si spostò successivamente a Casale Monferrato, ma la contaminazione culturale registratasi durante la permanenza mortarese ebbe un fondamentale influsso sulla storia culinaria locale.

L’allevamento delle oche si è storicamente accompagnato all’attività agricola, rappresentando per i contadini una risorsa alimentare di essenziale importanza.
Le oche venivano allevate per confezionare salumi, destinati sia al consumofamiliare, che alla vendita nei mercati.

L’allevamento delle oche, peraltro, non presentava particolari difficoltà di reperimento risorse, date le ridotte esigenze alimentari di questi animali, che rendevano bassi i costi di mantenimento, in rapporto al profitto ricavabile.

Il ciclo di allevamento delle oche, affidato principalmente alle donne, andava dalla primavera all’autunno, quando gli animali, dopo un ingrasso forzato a base di granoturco, venivano, in parte, venduti ai salumieri ed, in parte, macellati in famiglia, per garantire una fondamentale scorta alimentare per l’inverno. Come per il maiale, ogni parte dell’oca aveva un suo specifico uso: la carne magra equilibrava la carne suina e veniva lavorata per realizzare insaccati; dall’oca si ricavavano "quartini" da mettere sotto grasso in recipienti di terra cotta, o ancora ciccioli (conservati e destinati al consumo nel periodo invernale); il grasso, infine, veniva utilizzato come prezioso condimento.

Questo è solo un piccolo saggio sulle radici dell'oca in Lomellina; Mortara e il Ristorante Relais, Villa Sant'Espedito, rappresentano il fulcro della tradizione locale. Ad  accogliere i commensali di sempre, oppure di passaggio, oppure ancora, occasionali,  vi è sempre  Cecco e la sua frizzante Moglie Pia, nonchè la Cuoca "vulcano" , Gina e la sua assistente Silvia, con una cucina di pregio, basata con materie prime di qualità e dall'ottimo rapporto qualità-prezzo, veramente eccellente.

Buona è la carta dei vini del vicino Oltrepo Pavese, ma Cecco propone abbinamenti speciali e particolari come quelli dell'azienda Vitivinicola "Montesissa" con i suoi stupendi vini provenienti da uve coltivate su terreni tipicamente oceanici e definiti geologicamente "Piacenziano". Da provare !.

ImageMENU SELEZIONE qualitàITALIANA

--------------------------------

ANTIPASTI
Vulp su foglia di Verza tutto dorato al forno

Abbinamento con Al Me Russ Spumante met.it

Salumi misti, Salame d’Oca con purea di ceci
Mix d’Oca, Mortadellina d’oca, Salame della D’Uia,
Petto d’oca stagionato, Patè d’Oca
Abbinamento con Pinot Rose 1948 Spumante met.it

PRIMI PIATTI
Ravioli d’Oca al burro fuso e salvia striata

Abbinamento con Ortrugo Spumante mcl

Riso Carnaroli con salame d’oca, fagiolini dell’occhio e Bonarda 
Abbinamento con Al me Russ Spumante met.it

SECONDO PIATTO
Ragò con polpa d’Oca e Polenta (8file 50% e Marano 50%)

Abbinamento con Gutturnio Classico Superiore 2009

DOLCE
Dolce fresca sorpresa

Abbinamento con Malvasia Rosa Frizzante

---------------------------------

Le foto e il menù mostrano solo una parte dei piatti della cucina del Sant'Espedito

--------------------------------------------------

Locale segnalato: Ristorante Relais Villa Sant’Espedito
Strada per Ceretto, 660
27036 Mortara PV
Tel. 0384 99904 - cell. 340/5516385
Web:
http://www.santespedito.it
e-mail:
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

ImageImage

ImageImage