Home arrow L'Opinione di Osvaldo Murri
L'Opinione di Osvaldo Murri
La Finestra di Candido - Salice Salentino: Grande Negromaro e non solo PDF Stampa E-mail
ImageE' un vino molto particolare questo Negramaro Salentino. Ha spiccate note aromtiche  dovute dalla componente della malvasia nera (10%), ha ottime componenti uvose  con profumi e sapori di mandorla secca, tipica dell'uva di negramaro (90%) e decisi colori di rosso rubino grezzo poprio delle uve lievemente muffate.

Le caratteristiche organolettiche di questo vino parlano da sole; buona consistenza dei colori, ottimi lineamenti glicerci ch si infrangono sulle pareti del bicchiere con tratti spessi e archetti stretti; con profumi e note gustative lunghe e persistenti molto piacevoli.

Molto buono l'equilibrio complessivo di questo vino che si smarca bene con i suoi colori, profumi e sapori, sensorialmente differenti, con note ciliegiose e mandorlate ben distinte grazie alle due diverse uve di cui è composto.

ImageDello stesso livello è l'integrità del vino, sia nei colori che nei profumi e nei sapori e ne fa un nettare particolare e distinto da quelli che conosciamo.

Complessivamente è un vino piacevole, florale e fruttato quanto basta, avvolgente organoletticamente, con buone componenti di polifenoli antiossidanti, ed è ricco di gliecerolo, elemento essenziale di morbidezza e digeribilità del vino e delle pietanze ad esso abbinate.

E' un vino dal vasto abbinamento alimentare cominciando dai piatti più semplici e naturali a quelli più complessi e ricchi di gusto.  Lo abbiamo provato con la zuppa di pesce di mare a base di pomodoro, sostituendo egregiamente il pinot nero.

Leggi tutto...
 
Lunula Rosè: un vino stupendo dell'Alto Mincio Mantovano di Reale Boselli PDF Stampa E-mail
ImageChe dire di questo vino, e perdipiù rosato ?.

Innanzitutto è vino da non perdere  perchè crediamo che vi siano pochi vini capaci di sintetizzare qualità,  piacevolezza,  armonia ed abbianrsi con molti piatti e di tutte le stagioni.

Secondo motivo è che questo vino ha una buona consistenza di frutto, ottimo equilibrio delle componenti dell'uva e un stupenda pulizia enologica.

Terzo motivo e che il suo costo è onestissimo vista la sua qualità, capacità di beva e di abbinamento su moltissime pietanze di mare, di acqua dolce e di terra.

Sappiamo benissimo delle riserve che circondano i vini rosati, le dicerie  su questa  tipologia di prodotto e del suo colore. 

Molto spesso sono pettegolezzi inutili e forse, con lo scopo di tener lontano gli amanti di questo vino dalla sua particolarità e piacevolezza.

ImageQuesto non vuol dire che i rosati sono tutti uguali e tutti di alta qualità: nossignore. La qualità è una maestria vitivinicola ed enologica che costa fatica e che richiede continuità e costanza ad ogni vendemmia. Questo rosato è così. Basta assaggiarlo per rendersene conto.

Lunula - Rosato Alto Mincio - Indicazione Geografica Tipica - annata 2008, lotto L.15018.  Il nome proviene da un talismano femminile, è un portafortuna ricavato da pietre dure o semipreziose, spesso incastonate in oro o solamente in oro.

E' il tipico rosato del Garda ottenuto da uve Merlot, Sangiovese e Pinot Nero. Il colore rosato è dato dal breve contatto delle bucce con il mosto.

E' un vino molto piacevole dal profumo delicato, gradevole, sapore asciutto, armonico, leggermente amarognolo, caratteristico. Indicato per antipasti e risotti delicati, esalta secondi piatti a base di carni bianche e pesci di lago.


Grado alcoolico: 12,50%  - Temperatura di servizio: 10-12°C: per ulteriori informazioni chiamate l'azienda.



Info: Azienda Agricola Reale Boselli
località Reale - 46049 Via Volta 34 - Monzambano (Mn)
Telefono: 0376.83409 - Fax: 0376.802603
e-mail: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

sito: www.cantinareale.it

 
IL POLLENZA 2006: Porpora - Conte Brachetti - Peretti - un Grande Marche Rosso PDF Stampa E-mail
ImageCi siamo convertiti sulla strada delle Marche e chi ci è riuscito è stato questo stupendo vino, "Il Pollenza 2006", etichetta Porpora dell'azienda Conte Brachetti - Peretti, tutto a base di Merlot  in purezza.

Il Comune di produzione è Tolentino di cui si distingue per il suo suolo in quanto è composto da scheletro medio impasto, tendente all'argilloso, mediamente profondo capace di conferire al vino quel più che altri non hanno.

L'altitudine dove alloggiano le vigne variano tra 130 - 200 metri dal livello sul mare, le rese di uva per ettaro, oscillano tra  i 60 - 65 quintali per ettaro, il sistema di allevamento e da controspalliera mentre la potatura è a  cordone speronato. La densità di impianto si aggira attorno ai 5600 piante/Ha.

ImageLe uve vegono diraspate e poi pigiate e svolgon una macerazione sulle bucce per 10-11 giorni a 25-28 °C ; effettua la fermentazione alcoolica e poi la malolattica, e dopo la svinatura effettua l'affinamento per 10 mesi in barrique di rovere Allier di secondo passaggio per il 50% mentre, il restante 50%,  l'affinamento continua in vasche vetrificate. Assemblato il tutto riposa per altri 5-6 mesi in barrique di rovere.

Questa la struttura organolettica e sensoriale
Alla vista, questa vino si presenta con un colore rosso rubino intenso, tendente al porpora scuro: segno questo di lunga giacenza in contenitori di legno e assorbimento di micro ossigenazione. 

Analizzandolo in tutte le sue circolari posizioni si presenta alla vista brillante e pulito. Buona la sua struttura glicerica naturale che si fa notare molto bene sulle pareti del bicchiere e che segnala un consistenza in termini di estratto secco tra i 29 e 31 mgr/l.

Al naso si presenta profumato, vinoso, pulito, piacevolmente avvolgente, quasi possessivo e predominano le sensazioni uvose e ciliegiose.

In bocca è di medio corpo con un impatto che lascia immagginare le ciliegie modenesi e  duroni sottospitito. Vino piacevole, con un ottimo equilibrio organolettico, e sensoriale, così la sua pulizia enologica e la spiccata capacità di beva, fanno di questo vino una particolarità. Si fa abbinare bene su ciò che si vuole e ciò che ci piace.

Info:Il Pollenza
- La Cantina
Via Casone n. 4
Tolentino - 62029 Macerata (Italia)
Telefono e Fax: 0733.961989
e-mail: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
sito: www.ilpollenza.it/

 
CANTAMESSA GIORGIO: San Vi - la Barbera d'Asti PDF Stampa E-mail
ImageE' con infinita soddisfazione che segnaliamo questa barbera piemontese, della regione dell' Astigiano e precisamente del comune di Casorzo.
Si tratta della  Barbera d'Asti San Vi, la quale dopo anni di nostra e continua segnalazione, viene scoperta e collocata sul podio dei migliori vini Italiani.
I nostri complimenti vanno a Giorgio e Maurizio Cantamessa, padre e figlio, che da anni realizzano vini spettacolari per consistenza, equilibrio ed integrità del frutto e che vedono realizzato il loro "sogno", di essere inseriti in una guida.
A loro ed a quanti soffrono di un simile ritardo mediatico, diciano: non disperatevi, alcuni osservatori  sono come i treni di periferia, arrivano sempre in ritardo, ed a volte soppresso il convoglio, non arrivano nemmeno, ovvero, perdono il treno. Peggio per loro.

ImageMa la qualità dei vostri vini c'è, e sta nella bottiglia e nel bicchiere da diversi anni. I vostri clienti e coloro che si avvicinano ai vostri vini lo sanno e non vi abbandonano mai.
San Vi è una grande barbera dal colore rubino limpido, con profumi delicati di mora e ciliegia e un gusto asciutto di lampone e ribes.

Si forgia in vigna, località San Vito, ha un grappolo piccolo e compatto, si trasforma in vino in contenitori di acciaio inox, matura in barrique per 8-12 mesi e si riposa per 6 mesi in bottiglia prima di essere commercializzato.
Se lo si osservia attentamente, i colori di questo vino sono limpidi, di media consistenza e puliti; così le sfumature e i riflessi che mostrando la sua trama intatta e senza nessuna presenza di ossidazioni.  La densità del frutto si annuncia di buon corpo vedendo scendere gli archetti gliceridi densi e compatti e così gli antociani, rossi e possenti, che restano ben attaccati al cristallo del bicchiere.

Se poi lo olfeggi poderosamente, le sensazione uvose e ciliegiose del vino emergono silenziosamente nel naso trascinandosi dietro profumi delicati di more e carrube.

Degustandolo, il timbro di questo risultato dell’uva è fruttato e morbidamente tannico, ha una lieve acidità che ricorda i lamponi di stagione e un retrogusto di mandorla dolce e piacevole.  Per il buon rapporto tra consistenza, equilibrio, ed integrità, si presta ad abbinamenti particolari prediligendo una cucina sostanziosa e di qualità.

Info:  Az. Agr. Cantamessa Giorgio
          Località Moncucchetto - Comune di Casorzo (Asti)
          Telefono: 0141.929139 - Fax: 0141.929963
          sito: http://www.moncucchetto.it/

             e-mail: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo


         


 
La Tosa: il Gutturnio semplice, normale, da podio dei migliori vini Italiani PDF Stampa E-mail
ImageE' un vino che tende alla ricerca della massima piacevolezza, ovvero,  un vino che possiede una buona consistenza, un buon equilibrio, una buona integrità e si realizza senza contaminazioni da legno e senza alchimie di cantina.

E' naturale, vale a dire, che una volta protetta l'uva nel vigneto, la sua rasformzione in vino avviene solamente in recipienti di qualità, in acciaio e poi in bottiglia, e senza il contributo forzato delle barrique e delle tostature delle doghe.

Composto da Barbera e Bonarda si forgia sulle colline di Vigolzone in vitigni situati attorno ai 210 metri di altezza slm; il terreno è di tipo limoso-argilloso, le forme di allevamento è guyot semplice e in piccola parte a casarsa, le rese sono attorno i 90 q.li/H e con una distribuzione di 5.000 piante per ettaro..

ImageLa vendemmia è svolta a mano, la fermentazione si svolge in contenitori inox, nessuna chiarifica e  riposa in bottiglia il tempo necessario prima di essere commercializzato. Si effettuato diversi imbottigliamenti da febbraio ad ottobre. La bottiglia e l'etichetta sono di tipo tradizionale e molto semplice: per questo è  visibile e roconoscibile immediatamente.

Stappata la bottiglia notiano il tappo in sughero compatto 4,5 cm. pulito e sano e nel versare il prodotto nel bicchiere osserviamo un colore rosso rubino intenso, trama e cromatura violacea, cerchio glicerico bianco argentato, pulito e non ossidato: segni questi di un'ottimo lavoro di vigna.

Portato al naso il calice del bicchiere, l'impatto olfattivo percepisce in primis un'ottima pulizia del prodotto con sensazioni di uva a bacca nera e lievi sensazioni di frutti di bosco. Nessun difetto olfattivo, niente sensazioni diverse da quelle dell'uva, piacevoli e lievi sensazioni fruttate stimolano i sensi alla beva. Segnali questi di una attenta lavorazione in cantina e conservazione del prodotto.

In bocca questo vino esprime un'ottima piacevolezza, facile capacità di beva, buona  avvolgenza e ampia abbinabilità.  Lo si percepisce con la pulizia organolettica posseduta, le sensazioni d'uva rossa in bocca, l'unione naso bocca come un'unica struttura sensoriale, segni questi di un'ottima attenzione in vigna e in cantina che ritroviamo nel bicchiere.

Un consiglio: visitate l'azienda e scoprirete un'ambiente tutto particolare e degustare questo ed altri vini nel loro luogo.


Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 73 - 81 di 95