Home arrow L'Opinione di Osvaldo Murri
L'Opinione di Osvaldo Murri
DEVINIS PRIMITIVO IGT DEL SALENTO: UN GRANDE VINO DAL CALORE MERIDIONALE E QUALITA' MEDITERRANEA PDF Stampa E-mail

ImageLa storia dell'Azienda Candido affonda le sue radici nello straordinario Salento che ha confini ben precisi (leccese e brindisino) ed è espressione di colori, profumi e atmosfere intense e irripetibili.

Il Salento è caratterizzato da un clima tipicamente mediterraneo, con i suoi venti, le sue scarse piogge e con l’influenza mitigatrice del mare.

Forti escursioni termiche fra giorno e notte determinano una lenta maturazione delle uve, favorendo lo sviluppo di aromi e l'accumulo di sostanze estrattive.

Candido è un’azienda vitivinicola dinamica ed in costante crescita. Ciò è dovuto alla scelta di investire in ricerca e sviluppo ed al rapporto di stretta collaborazione con Enosis Meraviglia, dell’enologo Donato Lanati ed il suo staff.

L'attività vinicola viene svolta in due stabilimenti di Guagnano (LE) e San Donaci (BR), che distano pochi km l'uno dall'altro; mentre nel primo viene effettuata la trasformazione dell'uva con tecnologie all'avanguardia ed un primo stoccaggio, nel secondo avviene la vera e propria lavorazione dei vini, con elevazione in barriques per alcuni, l'imbottigliamento e la commercializzazione degli stessi.

ImageDella produzione aziendale di vini bianchi, vini rossi, vini rosati e vini dolci, presentiamo un altro vino che ci ha coinvolto per qualità, piacevolezza ed equiibrio organolettico e longevità.  Infatti, conservato con precauzione e attenzione e in un ambiente adatto alle escursiomi termiche, abbiamo testato questo primitivo dell'annata 2007 oggi 12 gennaio 2012.

DEVINIS PRIMITIVO IGT SALENTO 2007
Dati analitici
La macerazione delle uve diraspate avviene in vinificatori di acciaio a temperatura controllata e, dopo la fermentazione malolattica, il vino viene messo in bottiglia.
Varietà di uve Primitivo
Alcol: 14% vol.
Acidità totale: 5,8 g/l
Anidride solforosa: 90 mg/l
Temperatura Consigliata: 17-19° C.
Caratteristiche organolettiche
Rosso rubino carico,  riflessi violacei brillanti e puliti, ottimo glicerolo a coronare il corpo del bicchiere sono le caratteristiche di questo portentoso vino. Profumi intensi di prugna e di piccoli frutti di bosco al primo attacco, ciliegia e lampone il naso finale. Sempre pulito, equilibrato enologicamente senza puzze o difetti si presenta avvolgente ad ogni valutazione sensoriale. Gusto consistente, equilibrato e integro capace di abbinarsi su notevoli pietanze. La sua forte struttura si sposa piacevolmente con qualsiasi piatto sostanzioso, possente, ricco di gusto e piacevole nei sapori, compresi formaggi molli o semi-molli come il Gorgonzola e lo Strachitunt della Valtaleggio e con ciò che meglio vi piace.

E' un vino dalla buona longevità con sorprese sensoriali inaspettate e da non perdere!.

------------------------------

per maggiori Info  Azienda Vitivinicola Candido
Sede di Sandonaci (BR)
Via A. Diaz 46 - 72025
tel. 0831 635674 - fax. 0831 634695
sito web:
www.candidowines.it
e-mail: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
e-mail: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

 
BIO VIO GIOBATTA, OVVERO, IL VINO BIOLOGICO ROSSO DI ALBENGA DOVE LA QUALITA' E' ASSICURATA PDF Stampa E-mail

ImageVeniamo a conoscenza di questa azienda attraverso un'amica, Marina Salada, titolare di una splendida enoteca a Cremona e recatoci in quelli della Liguria per una gita enogastronomica e precisamente nell'entroterra di Albenga, scopriamo questi vini veramente favolosi che oggi segnaliamo volentieri.

Bio Vio, si trova nelle zone piu vocate dell'entroterra di Albenga, lungo quella dolce vallata che partendo da Bastia, risale il corso dell' Arroscia, allontanandosi a poco a poco dalla grande Piana ingauna per giungere fino a Ranzo ed alle terre della provincia di Imperia, si producono grandi uve da sempre.
L'uso di pesticidi, di diserbanti e di concimi chimici è vietato. Per questa famiglia coltivare biologico non è una scelta né tecnica né economica, ma  semplicemente culturale.

Questa scelta è giunta in breve tempo alle migliori enoteche e ai migliori ristoranti della Liguria ed oltre. Nomi come MaRené, Aimone, U Bastiò, Bacilò e Gigò, piu che i classici Pigato, Vermentino, Rossese e Granaccia, hanno fatto breccia nell'immaginario degli appassionati come sinonimi di qualità e di unitarietà produttiva.

I vini di questa azienda non nascono per volontà del singolo ma della famiglia intera. L'ultimo nato, il "Bon in da Bon" ("Buono davvero"), è stato creato con le uve di un cru particolare, raccolte tardivamente e vinificate con le metodologie d'antàn, e vi garantiamo è una meraviglia.

Qui segnaliamo il primo vino che ci ha fatto cambiare idea positivamente nei confronti dei vini rossi Liguri.

ImageGRANACCIA - IGT Rosso Colline Savonesi - “Gigò”
Zona di Produzione: Reg. Massaretti - Bastia d'Albenga
Qualificazione: vino rosso secco
Uvaggio: Granaccia o Alicante
Altitudine: 100 m. s.l.m.
Sistema di allevamento: cordone speronato
Periodo di vendemmia: settembre/ottobre
Maturazione: 4 mesi
Affinamento: 2 mesi
Temperatura di servizio: 17/18  °C
Gradazione alcolica: 13°
Organoletticamente si presenta con queste caratteristiche:
Colore: rosso rubino intenso, brillante, pulito, di media consistenza, abbastanza equilibrato nei toni e cromature; enologicamente integro e con un'ottima corona glicerica.  Le sfumature dei colori tendono al violaceo, tipo  buccia di melanzana palermitana;
Olfatto: le sensazioni prevalenti richiamano il piccolo frutto di bosco, segue un filare lievemente speziato, piacevole e pulito;
Gusto: possente, identitario, di morbida tannicità,  giusta morbidezza e piacevolmente lungo; di medio corpo e le  sensazioni fruttate rosse conquistano il  palato energicamente;
Abbinamenti consigliati: carni rosse di vario tipo e cacciagione; formaggi stagionati non erborinati, nonchè piatti di pesce o di molluschi in zuppa, pesce in casseruola dai gusti forti e quello che più vi piace.

Il secondo prodotto che segnaliamo è

ImageROSSESE ALBESE DOC: Riviera Ligure di Ponente -“U Bastiò”
Zona di Produzione:
Reg. Coasco - Bastia d'Albenga
Uvaggio: Rossese100%
Altitudine: 100 m. s.l.m.
Sistema di allevamento: cordone speronato
Periodo di vendemmia: settembre/ottobre
Maturazione: 4 mesi
Affinamento: 2 mesi
Temperatura di servizio: 17/18  °C
Gradazione alcolica: 12-13°
Organoletticamente si presenta con queste caratteristiche:
Colore: rosso rubino mediamente carico, pulito, integro, brillante, sintomi questi di una buona lavorazione in vigna e in cantina;
Olfatto: sensazioni vinose, con sentori di frutti di bosco e di rosa rossa e una lieve nota di raspo pulito; buono il livello glicerico sul bicchiere, ottima la pulizia enologica;
Gusto: elegante e delicato, morbido con retrogusto leggermente di mandorla che unito alle sensazioni ciliegiose fanno di questo vino un prodotto particolare e ottimo. Abbinamenti consigliati: pesci in umido (stocafisso), conilgio con olive taggiasche, formaggi e salumi di Liguria. Prediletto anche per piatti di pesce in zuppa, è adatto con primi e secondi della tradizione Italiana di mare e di terra di qualsiasi regione. E' un vino che si adatta per una tavola pluricomposta. Provare!.

Il terzo prodotto che segnaliamo è

ImageIGT ROSSO: Colline Savonesi - “Bacilò”
Zona di Produzione:
Reg. Ciappe - Campochiesa d'Albenga
Uvaggio: Rossese 80% Granaccia 20%
Altitudine: 100 m s.l.m.
Sistema di allevamento: cordone speronato
Periodo di vendemmia: settembre/ottobre
Maturazione: 4 mesi
Affinamento: 2 mesi
Temperatura di servizio: 15/17  °C
Gradazione alcolica: 12.5°
Organoletticamente si presenta con queste caratteristiche:
Colore: rosso rubino intenso, brillante e pulito, con cromatura del colore intatta e un'aureola glicerica di buona consistenza, visibile alle pareti del bicchiere;
Olfatto: fragrante, floreale e fruttato quanto basta con sentori di rosa e fiore di vite nonchè di cigliegia e lampone al finale olfattivo;
Gusto: subito elegante, lievemente caldo, struttura di medio corpo, con lieve vena di mandorla tostata, prevale il fruttato del lampone della cigliegia non del tutto matura;
Abbinamenti consigliati: zuppe terra-mare, coniglio alla ligure, alla cacciatora, in salmì, piccoli arrosti di carni bianche e rosse,  spiedini di carni e verdure, paste saporite e risotti mantecati, nonchè formaggi e salumi di vario tipo e quello che più vi piace.

Consigliamo la visita a questa azienda e in tutti i modi di provare e testare questi prodotti.

-----------------------------------

per maggiori Info: Azienda Agricola Biologica VIO GIOBATTA
Via Crociata,24
17031 Bastia d'Albenga (SV)
Telefono: 0182.21865
Fax: 0182.20538
web:
www.biovio.it
e-mail:
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo  

 
SANTI DIMITRI: SHATAV IGT IL PRIMITIVO DEL SALENTO DA NON PERDERE PDF Stampa E-mail

ImageSANTI DIMITRI: la passione e la professione per la vigna e per il Salento di questa famiglia ha prodotto un nome di Qualità: Santi Dimitri. E' un'azienda collocata su una collina a Galatina (tra Gallipoli e Otranto), in provincia di Lecce, nell'aarea del Salento, e può vantare un'esperienza in campo agricolo (vino, olio, cereali) sin dalla metà del 1600, data di acquisto dei primi fondi agricoli.

E' nel 1996, con la nuova generazione della famiglia Vallone, che nasce formalmente l'azienda Santi Dimitri.

Oggi gli amanti della qualità godono di questi sacrifici con spledidi vini, stupendi olii extra vergine d'oliva, meravigliosi prodotti agrumosi difficilmente comparabili.

Tutto ciò lo si deve  all'ingegno di questa famiglia che  reimpostando l'azienda con progetti finalizzati ne dette un forte impulso e sviluppo, ottenendo risultati di grande qualità rendendo grande e attendibile il prodotto "SANTI DIMITRI.

ImageE' qui,  secondo noi,dove nascono le caratteristiche moderne del Negramaro, l'Aleatico, Il Primitivo, il Fiano, ovvero, vini puliti, integri, netti all'ofatto e al gusto, identificabili nel complesso enologico, avvolgenti per profumi e sapori.

Ma oggi scopriamo una coppia di vini veramente splendidi: RUAH & SHARAV, veramente eccezionali. Eccoli:

SANTI DIMITRI SHATAV IGT PRIMITIVO DEL SALENTO

E' un Primitivo al 100%, forgiatosi su terreni neri e sabbiosi; l'allevamento dell'uva avviene su cordone speronato, con una media di 4100 piante per ettaro, la cui resa per ettaro è attorno i 95 q.li/.

La fermentazione sulle bucce per 6 giorni e con temperature  controllate; la pressatura è soffice e sottovuoto con un affinamento finale lievemente in barrique.

Si presenta con un colore rosso rubino intenso, croato e con una buona consisteza, visibile all'occhio con archi gliceridi che si stampano poderosamente sulle pareti del bicchiere a dimostrazione della sua forza ed eleganza.

Al naso è immediato, intenso,  profondo con profumi che si divaricano tra le sensazioni fruttate e speziate con lieci note vanigliate.

Si apre magnificamente pulito, ma ha bisogno di un attimo di respiro per esprimere olfattivamente alcune note di cioccolato e di carruba nel finale.

In bocca è stupendo: le sensazioni sono decise e e ti coinvolgono immediatamente per piacevolezza e potenza.

E' un bouquet complesso, arrotondato da una barrique che le ha donato sensazioni mai invasive, equilibrate, intense e lunghe.

Un vino con questa struttura merita di essere degustato. Per le sue caratteristiche enologiche si abbina con antipasti caldi e polenta fritta, primi e secondi piatti robusti, succulenti e gustosi, con formaggi stagionati ed erborinati e con ciò che meglio vi piace.


Info: Santi Dimitri Azienda Agricola
Via Guidano C.da Santi Dimistri - Galatina (Lecce)
Telefono: 0836.565866 - Fax 0836.565867
sito web: www.santidimitri.it
e-mail: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

 
ARCIPELAGO MURATORI: BARRICOCCIO GRANDI VINI DA GRANDI TALENTI TOSCANI PDF Stampa E-mail

ImageTutto nasce nella primavera del 2002: dodici opinion leaders di diversa estrazione, tecnica, scientifica, umanistica, commerciale, ecc. si riuniscono a Villa Averoldi e costituiscono la Governance dell’Arcipelago Muratori.
Saranno i garanti della qualità dell’impresa e si chiameranno Consoli. Sono gli artefici di inaugurazione delle Cantine del gruppo, organizzatori di convegni, giornate di studio.   Da loro vengono contributi che aiutano l’Arcipelago a progredire ad affermarsi. Si consolida un rapporto che diventa sincera condivisione di intenti per lunghi anni.
Dopo 10 anni, il gruppo di Governance si rinnova, anche alla luce degli sviluppi e l’espansione dell’Arcipelago Muratori. Così l'8 aprile 2011, agli Stand dell’Arcipelago a Vinitaly, Rinasce la Governance dell’Arcipelago Muratori, con nuovi personaggi con nuovi impulsi.
E' in questo contesto che  anno dopo anno, si sperimentano nuovi metodi di coltivazione delle uve, tecniche di produzione in cantina, sistemi di maturazione dei vini in nuovi contenitori (barricoccio) tutto con l'intento di proteggere la qualità dei prodotti e rispettare la salute dei consumatori.  

Presentiamo due perle dell'Arcipelago Muratori provenienti dalle Colline Toscane di Suvereto che hanno rivoluzionato l'agricoltura di questa azienda con prodotti sani e integri e forte piacevolezza. Eccoli:

ImageBarricoccio®
Vitigni: Sangiovese e Ciliegiolo
Il BARRICOCCIO® è un’idea originale messa a punto dalla Tenuta Rubbia al Colle dell’Arcipelago Muratori. Il termine che da il nome al vino, è una sintesi tra “barrique” e “coccio”. Indica un contenitore in terracotta delle dimensioni e forma della barrique, capace di conservare il vino, rispettandone le caratteristiche naturali di giovinezza e freschezza.
Il vino è un Sangiovese Suvereto DOC prodotto con biotipi di Sangiovese (90%) e Ciliegiolo (10%) selezionati in un vecchio vigneto tradizionale della Val di Cornia.
E' l'unico vino al mondo affinato nel BARRICOCCIO®, frutto del recupero di una memoria storica. Si tratta di un contenitore in terracotta delle dimensioni e forma della barrique, capace di conservare e affinare il vino, rispettandone le caratteristiche naturali di giovinezza e freschezza. Servire a 18/20°C.

ImageNotizie agronome ed enologiche
Le uve provengono dal Vigneto Rumpotino in cui rivive una selezione di più di 20 diversi Sangiovesi raccolti in un vecchio vigneto dei primi del 900 franco di piede acquista-to dalla Fratelli Muratori nel 1999.
Le viti più interessanti dal punto di vista qualitativo prima dell'e-spianto sono state propagate e piantate nel nuovo vigneto di Rumpotino che quindi resta la memoria storica e genetica della Val di Cornia non ancora interessata dalle varietà internazionali.
SUPERFICIE TOTALE VIGNETI 5,9 Ha FORMA DI ALLEVAMENTO Cordone
speronato bilaterale
NUMERO VITI PER ETTARO 5.600 UVE 90% Sangiovese 10% Ciliegiolo
VINIFICAZIONE Macerazione in acciaio per 10 giorni con rimontaggi e follature quotidiani. Controllo termico.
FERMENTAZIONE ALCOLICA In acciaio FERMENTAZIONE MALOLATTICA
Eseguita totalmente AFFINAMENTO E MATURAZIONE almeno 20 mesi in BARRICOCCIO®
AFFINAMENTO IN BOTTIGLIA Almeno 12 mesi
GRADAZIONE ALCOLICA 13,00
DATI ORGANOLETTICI E SENSORIALI
- Colore: stupendamente violaceo, rosso rubinoso con lievi sfumature color porpora, ottima consistenza del frutto verificabile dagli archetti densi sul bicchiere;
- Profumo: setoso, lievemente fruttato, lievemente complesso come un bouquet di fiori e frutta alla rotazione del vino nel bicchiere;
- Sapore: sorprendente!. Al promo test una forte sensazione di lamponi, cigliegia e di uva invadono il palato; subito dopo una forte nota speziata di pepe nero che diminusce al secondo assaggio; ottima spalla acida che conferisce frescezza a un prodotto consistente, equilibrato e integro da non perdere.
TEMPERATURA DI SERVIZIO 18-20 °C

.........................

ImageVino: Rumpotino®
ROSSO TOSCANA DOC
Nasce da vignetoSangiovese (90%) e Cilegiolo (10%)
E’ un vino della zona prodotto con un uvaggio un po complesso per esaltare le caratteristiche conferite alle uve da un suolo sabbioso-limoso pedecollinare di Poggetto.
Mantiene freschezza e bevibilità, affinando in botti di coccio per il tempo sufficente le sue aromaticità.

ImageNotizie agronome ed enologiche
NOME DEL VIGNETO CHE PRODUCE IL RUMPOTINO:
Il Rumpotino è situato in un ambiente di pianura dai suoli profondi umidi, sabbioso-limosi con clima caldo arido.
SUPERFICIE TOTALE VIGNETI 6 Ha,  FORMA DI ALLEVAMENTO Cordone
speronato bilaterale
NUMERO VITI PER ETTARO 5.600
VINIFICAZIONE Macerazione in Acciaio da 10 a 12 giorni con rimontaggi quotidiani. Controllo termico
FERMENTAZIONE ALCOLICA In acciaio
FERMENTAZIONE MALOLATTICA Eseguita totalmente AFFINAMENTO E MATURAZIONE Per 10 mesi in barricoccio per 24 mesi e in botte grande per altri 3 mesi.
AFFINAMENTO IN BOTTIGLIA Almeno 11 mesi
GRADAZIONE ALCOLICA 13,00
DATI ORGANOLETTICI E SENSORIALI
- colore rosso rubino abbastanza intenso, limpido con una bona consistenza del frutto che si nota con gli archi glicerici sul bicchiere;
- al naso percepisco i sentori floreali (la violetta) e  fruttati tipici della bacca rossa matura del sangiovese e del ciliegiolo, una lieve nota di prugna e di carruba;
- in bocca risulta fresco, cigliegioso, lievemente tannico, di buon corpo lungo e persistente.
ABBINAMENTI CONSIGLIATI: primi piatti a base di carni gustose, funghi, melanzane, nonchè carni anche alla griglia, selvaggina di piccola taglia e formaggi di media stagionatura.
TEMPERATURA DI SERVIZIO 16-18°C

Concludendo: abbiamo voluto far conoscere uno spaccato dell'Arcipelago Muratori e le nostre valutazioni (per la prima volta) di due prodotti Toscani che, secondo noi, rappresentano con il "barricoccio", una nuova stagione dei vini rossi Toscani e Italiani. Se potete partecipate ad una degustazione guidata su questi vini e ne scoprirete le bellezze sensoriali di ognuno di loro.

-------------------------------

per maggiori info: Villa Crespia - Arcipelago Muratori
Via Valli n. 31 
25030 Adro (Bs)
Telefono: +39 030 7451051 - +39 030 7451035
web:
www.arcipelagomuratori.it
e-mail: Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
e-mail:
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

Image

 
LEONE DE CASTRIS: Il Negramaro Salentino per eccellenza, pregio della viticoltura Italiana PDF Stampa E-mail
ImageDonna Lisa Rosso - Salice Salentino, Riserva Rosso D.O.C., annata 2007, un capolavoro della natura, che la mano dell'umano coltivatore ha saputo modellare senza sfronzoli, e donarci un grande vino orgoglio della viticoltura Italiana.

La cura inizia dal vigneto su 7.000 per ettaro con ceppi ad alberello di circa 70 anni; la zona di allevamento è Salice Salentino, le uve Negramaro (90%) e Malvasia Nera di Lecce (10%), le rese di uva per ettaro sono attorno i 50 quintali\ettaro.
-
La cura dei vigneti è realizzata da agricoltura integrata per il rispetto della salute del consumatore e dell'ambiente e la raccolta delle uve avviene in casette e le uve  rigorosamente selezionate e portate immediatamente in cantina per essere pigiate.

Le uve pigiate e diraspate sono messe a macerare per almeno 13 giorni a temperatura controllata (20 – 22° C). Alla svinatura segue la fermentazione malolattica. In primavera il vino è travasato in barriques di rovere francese dove rimane in affinamento per circa 18 mesi.

ImageLa nostra valutazione è descrittà così: quando il vino era a temperatura ambiente, attorno i 18 gradi, lo abbiamo stappato e dopo 30 minuti lo abbiamo testato.
Bicchiere adoperato, calice ampio e bombato, alto e a forma di tulipano chiuso, Vetro Paini brillante, carrer 53 cl\; altezza 216,5 mm\ ; diam bocca 64 mm\; diam piede 77,5 mm\; peso 152,5 gr.

Alla vista il Colore è rosso intenso, con riflessi violacei,  la corona del vino  è di color rosso cardinalizio, mentre la parte periferica della "lingua" del vino è di colore rosso granato almandino.
Segno questo di un'ottima integrità del prodotto e del suo stato di salute (assenza di ossidazione e altro).

Al naso si presenta enologicamente pulito, ovvero, completamente assente da impropri dell'uva, senza difetti o distorsioni olfattive e con sensazioni di confettura matura, di ciliegia e ribes sovramaturo.
Alla rotazione del bicchiere tutto è aplificato avvolgendo i sensi in modo piacevole e totale.

In bocca è vinoso e con una scia piacevole di cileigia e lampone, una notevole spalla acida, un residuo di tannino "ligante" che non disturba affatto. Complessivamente è un vino dalle forti sensazioni d'uva matura, con note floreali e fruttate molto soffici, una scia di micro speziatura, una piacevolezza indiscutibile.

Per le sue specifiche organolettiche e sensoriali si adatta a piatti e pietanze robuste, ricche di sapore, molto equilibrate e assenti da componenti acide, amare alimentari. 
 
Donna Lisa Salice Salentino Rosso Riserva 2007’ è il  vincitore dei 5 GRAPPOLI di DUEMILAVINI 2012 ,quale vino dell’eccellenza.

A nostro avviso questo è un gran vino ma non per tutti.

--------------------------------
--------------------------------

per Info: LEONE DE CASTRIS
Indirizzo:  Via Senatore de Castris, 50 - 73015 Salice Salentino (LE)
Telefono:  0832 731112/13 oppure 0832 733608
Fax:          0832 731114
sitoweb:   www.leonedecastris.com
e-mail:     Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 46 - 54 di 95