Home arrow L'Opinione di Osvaldo Murri
L'Opinione di Osvaldo Murri
MARZEMINO DOC: L’AUTOCTONO IN PUREEZZA DI SAN MICHELE PDF Stampa E-mail

ImageMai mi è capitato un Marzemino di così alta qualità e piacevolezza, ma grazie al direttore del Quotidiano "La Provincia di Cremona", scopro e segnalo questo magnifico vino dal prezzo onesto e giusto.

NOTIZIE AGRONOME-ENOLOGICHE
Marzemino, è il risultato di coltivazione di uve Marzemino allevate sulle colline di Capriano del Colle (Bs). I vitigni e la cantina sono dell’azienda San Michele a 250-metri sul livello del mare;  La lavorazione avviene in vasche di acciaio, l’affinamento in cemento vetrificato e poi in bottiglia.

VALUTAZIONI ORGANOLETTICHE SENSORIALIImage

VISTA: si presenta con un colore rosso rubino intenso, con una buona densità del frutto, una struttura del vino ottima (glicerolo, polifenoli, antociani consistenti) che caratterizza la sua piacevolezza, nonché pulito e integro in tutte le componenti del vino.

OLFATTO: al naso, si mostra con sensazioni particolari (frutti rossi di bosco, poi a seguire, carruba), lievemente e aromatico (caffè tostato) e con tratti di sensazioni floreali fruttate, lunghe e piacevoli.

GUSTO: è un vino immediato, equilibrato, che richiama i frutti rossi  maturi (ciliegia e amarena) e con una spalla acida lieve e una scia tannica rotonda e piacevole. Buona consistenza, equilibrato e integro quasi perfetto, è il risultato di un'attenta lavorazione di vigna e di cantina con il metodo di agricoltura controllata a protezione del consumatore e dell'ambiente.

ABBINAMENTI

E' un vino che per le sue caratteristiche organolettiche predilige piatti saporiti nonché con sensazioni selvatiche come il capretto, l’agnello, con carni alla brace, arrosti e grigliati. Ottimo con la trippa, brasati, cotechino, con primi piatti tipo la amatriciana, l’arrabbiata, con tortelli ripieni di carne, anche spregiudicati, come il Bagoss, trenette a pesto, spiedo bresciano e con quello che più vi piace. Stappare la bottiglia 5 minuti prima e farlo ossigenare.

CONSIDERAZIONI
Siamo in presenza di un vino dall'ottima consistenza, meraviglioso equilibrio organolettico e sensoriale, sano, pulito e integro come non mai. L'Azienda si trova sulle colline Bresciane Sud a Capriano del Colle, in una zona incontaminata e senza presenza di attività industriali.
La proprietà dedica la sua massima attenzione alla tutela dell'ambiente e alla salute del consumatore. Si consiglia la visita in azienda e scoprire le altre proposte enologiche prodotte.


ImagePER MAGGIORI INFO: AZIENDA  SAN MICHELE
di: Mario Danesi
Via Parrocchia, 57
25020  Capriano del Colle (BS)
Telefono: 030.9444091 – 339.1395296
e-mail:
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo  
Web:
https://www.sanmichelevini.it

 
FRAPPATO IGT UN GRANDE VINO ROSSO DA NON PERDERE PDF Stampa E-mail

ImageIntercettiamo questo vino durante una serata di degustazione di vini autctoni Italiani e intrecciamo lo squardo su "I Vigneti delle Tenute Orestiadi", Sicilia, e subito ci innamoriamo di questo vino già dalla sua presentazione.

Ci viene spiegato che il progetto di Tenute Orestiadi nasce a Gibellina dalla collaborazione tra un gruppo di viticoltori di una cooperativa e la Fondazione Orestiadi, importantissima istituzione culturale nel Mediterraneo, al fine di promuovere l’identità territoriale dei vitigni autoctoni siciliani attraverso il connubio arte e vino.

Tenute Orestiadi ha un nome antico che evoca leggende lontane, che hanno trovato vita proprio in Sicilia grazie ad Eschilo (drammaturgo greco antico 450 a.c.) che più di venti secoli orsono portò in scena il mito di Oreste e delle Orestiadi, ovvero, la trilogia formata dalle tragedie Agamennone, Le Coefore, Le Eumenidi e seguita dal dramma satiresco Proteo.

ImageIl Vino è un Rosso fermo secco IGP compposto da 100% di uve Frappato, Terre Siciliane Igp della Valle del Belice, forgiatosi su terreni particolari. Il vitigno Frappato è molto antico, le prime notizie certe lo fanno risalire al XVIII secolo, e sembra provenire dalla penisola iberica. I grappoli sono piuttosto allungati e con acini molto ravvicinati di colore rosso intenso tendente al violetto.

La vigna si poggia su terreno rosso, sabbiosa e ricca di scheletro, con esposizione e altitudine Sud, Sud-ovest, 200 m. s.l.m. Il Metodo di allevamento è il Guyot con una densità d'impianto 4300 piante per ettaro.

Si presenta con un colore rosso lucente con delicate sfumature viola. Il profumo è fresco, avvolgente con delicati sentori floreali e di frutta rossa. Al palato è morbido e ben bilanciato, con un'acidità molto vivace. Il finale è intensamente vellutato, lungo e persistente

I grappoli vengono trasportati in cantina su cassette e le uve vengono diraspati con sistemi delicati per preservare al meglio l’integrità della buccia. La fermentazione avviene a temperatura controllata a 24° - 26° C. Il vino affina per 8-10 mesi in tonneaux di rovere francese ed americano.  La gradazione alcolica  è di 14% vol.

La nostra valutazione organolettica e sensoriale.
OCCHIO: il vino si prsenta con un colore rosso intenso, violaceo da non vedere il gambo del bicchiere. E' pulito, integro, equilibrato nei colori e nella sua cromaticità e con una corona glicerica che ben si mostra sulle pareti del bicchiere. Segni questi di una attenta lavorazione in vigna e in cantina a tutela del prodotto e del consumatore.
NASO: profumato, subito al primo impatto, dove prevalgono le sensazioni floreali e fruttate tipiche dei frutti rossi ben maturi e da un equilibrio enologico integro e salutistico che si sposano con note aromatich e speziate uniche e rare.
BOCCA: esplosive sone le sensazioni che esso esprime al palato, già al primo sorso, per divenire avvolgente sensorialmente e che restano lunghe e piacevoli dei suoi frutti. Piacevole, ottima consistenza, stupendo equilibrio, ottima struttura del vino che comunica il grande stato di salute dei suoi grappoli in vigna e trasformazione enologica in cantina.

ImageCONSIDERAZIONI: E' un grande vino Siciliano dove la cura delle vigne e l'attenta assistenza all'evolversi della maturazione delle uve permette una tranquilla gestione del processo di vinificazione in cantina con un risultato enologico più unico che raro. Grazie alla composizione del frutto - Frappato - si presta anche come vino da conversazione e da meditazione.

ABBINAMENTI: predilige piatti robusti, sia di pasta che di riso, arrosti stufati, grigliate miste di carne, agnello al forno, salumi caldi e freddi, formaggi particolari e con quello che più vi piace. E' un vino di grande rispetto e va servito in un bicchiere ampio e bombato con la bocca incavata del bicchiere e a temperatura 14-15 C°.

per info: TENUTE ORESTIADI
CANTINA Viale Santa Ninfa
91024 Gibellina (TP)
E-mail:
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo - web: www.orestiadisrl.it
Tel: +39 092469124
Fax: +39 0924 69765


 
BORGO DELLE OCHE - (Grave del Friuli) - REFOSCO 2012 UNA MERAVIGLIA DI VINO PDF Stampa E-mail

ImageScopriamo questo meraviglioso vino durante una degustazione di Vini Friulani condotta da Stefano Piatti (E.V.S.) e ci colpiscono immediatamente le sensazioni organolettiche e sensoriali che esso diffonde (già alla vista e poi al naso e in bocca) su tutto il nostro l'apparato sensoriale.

Tutte le caratteristiche del Refosco dal peduncolo rosso esplodono al naso e in bocca con un'armonia aromatica e speziata inconsueta.

Buona consistenza del frutto, stupendo equilibrio enologico, ottima integrità del vino che segnala un'attenzione maniacale in vigna e in cantina capace di offrire a chi si accosta a questo vino, alta qualità del prodotto, piacevolezza e avvolgenza al naso e in bocca ad ogni sorso.

Scopriamo che le uve raccolte sono state pigiate e diraspate e poste a macerare in vasca d’ acciaio a bassissime temperature per 5 giorni senza l’avvio della fermentazione, per favorire l’ estrazione di sostanze aromatiche e coloranti.

ImageIl pigiato è stato fatto fermentare a temperatura controllata e le vinacce sono state lasciate a contatto con il mosto per altri 10 giorni e mescolate solo con movimenti soffici.

Successivamente ha svolto la fermentazione malolattica in acciaio dove poi è stato affinato.

Una piccola percentuale è stata affinata in barrique di secondo passaggio, mentre un’ altra piccola percentuale proviene da uve leggermente appassite (2 – 3 settimane) e poi vinificate in tino aperto con follature manuali per un paio di settimane.

Il vino presenta un colore rosso rubino carico con riflessi violacei intensi, sentori di spezie ( pepe verde ), e di frutti di bosco ( ribes nero, mirtillo ), in bocca il vino risulta morbido ed avvolgente e l’ aromaticità dello speziato dona quasi una piccantezza al gusto, denota una caratteristica di selvatichezza domata dalla maturazione avanzata delle uve che lo rendono complesso.  

I tannini risultano comunque dolci ed in equilibrio con il corpo del vino, nel complesso risulta un vino affascinante di buona struttura e ragguardevole lunghezza in bocca.

L''Azienda si trova a Valvasone, a pochi passi dal castello medievale, che trasforma le uve di propria produzione con professione e passione. E' costituita da circa 7 ettari vitati tutti di proprietà e le uve si forgiano nei terreni delle Grave del Friuli , capaci di regalare profumi e freschezza e piacevolezza unica e rara. 

Terreno Scheletro prevalente sassoso - Esposizione e altitudine Sud, 50 m s.l.m. - Metodo di allevamento Guyot - Densità d'impianto 4700 ceppi per ettaro.

Questo Refosco dal Peduncolo Rosso IGT è un vino rosso del Friuli Venezia Giulia dal particolare carattere selvatico e dai piacevoli sentori di spezie e frutti di bosco. E' prluriabbinabile sia con carni che con piatti e formaggi robusti di sapore: E' anche un vino da conversazione. Da non perdere.

per maggiori Info: Azienda Vinicola Borgo delle Oche
di Menini Luisa
Via Borgo Alpi, 5 Valvasone (PN)
Tel. 0434-840640 + 0434-938020 - Fax: 0434-899211
Cell: 339-5225759 - e-mail:  Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo ;   web: http://borgodelleoche.it/

Image

 
COSTONE: IL GUTTURNIO FRIZZANTE DOC DI MOLINELLI PDF Stampa E-mail

ImageCI COLPISCE IL NOME "COSTONE" di questo Gutturnio, è scopriamo che è il risultato di coltivazione di uve di Barbara (60%) e Bonarda (40%)con fermentazione primaria in acciaio e conservazione in bottiglia, per un periodo di tempo che varia da vendemmia a vendemmia.

E’ il Gutturnio, vino storico piacentino frizzante, risalente in epoca romana, oggi molto apprezzato e piacevole, riconosciuto  come vino tipico, storico e della tradizione dell’enologia piacentina.

Ginetto Molinelli, agronomo ed enolo nonchè titolare dell'azienda, rifacendosi al contenuto storico di questo vino rosso, decise di produrre e realizzare questo speciale vino e farlo arrivare sulla tavola dei consumatori nella sua eccezione storica: Frizzante.

ImageGutturnio prende il nome da una coppa in argento (Gutturnium) dove i Romani la usavano per festeggiare il ritorno a Roma, brindanto con il vino rosso frizzante dei colli piacenti.

VALUTAZIONI ORGANOLETTICHE SENSORIALI

VISTA: si presenta con un colore rosso violaceo semi-intenso e  con una buona consistenza del frutto; la frizzante bollicina rosa naturale si presenta abbondante e decrescendo lentamente  nel bicchiere pulita e intatta. Vino integro e senza ossidazioni.

OLFATTO: al naso è pulito, sensualmente ciliegioso, nessun improprio dell'uva, fruttato, piacevole e di buona persistenza.

GUSTO: è un vino frizzante, mai invasivo, piacevole, ciliegioso e con sentori di uva rossa matura. Pulito, consistente quanto basta, equilibrato e integro, è il risultato di un'attenta lavorazione di vigna e di cantina.

ABBINAMENTI
Vino ideale con piatti grassi, salumi caldi e freddi, con i Ghisolini (gnocco fritto), così con i pisarei e fasò, il tortelli con la coda con sugo di funghi, timballi di riso,  lasagne rosse, paste e risotti saporiti, così con la coppa al forno, la picula di caval, e tipicità locali.  Si sposa amorevolmente con il maialino al forno ai profumi dell’orto, così con il pollo alla cacciatora, lo spezzatino con funghi, nonché con il pesce di mare in zuppa e con le specialità territoriali che più si addicono per qualità e struttura di composizione.

per info: AZ. MOLINELLI - LA CELATA
CANTINA
Viale dei Mille, 21
29010 Ziano Piacentino (PC) Italia
telefono: 0523.863230
Web:
www.lacelata.it/azienda.php
E-mail:   Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

 
BATTAGLIA DEL TREBBIA - GUTTURNIO FERMO DOC COLLI PIACENTINI: VINO DA NON PERDERE PDF Stampa E-mail

ImageRECENSIONI STORICHE.
Questo vino prende il nome da un evento storico, ovvero la Battaglia della Trebbia che si tenne lungo l'ononimo fiume che bagna Piacenza e dove si consumò uno degli eventi più straordinari della seconda Guerra Punica (218 a.C.) tra le truppe Romani e quelle di Annibale, i quali, si dice brindarono con un vino rosso alla vittoria la prima vera battaglia della campagna in Italia.

Ginetto Molinelli, agronomo ed enolo e titolare dell'azienda, rifacendosi a questo evento e a quel vino rosso di Annibale, decise di produrre e realizzare questo speciale vino e farlo arrivare sulla tavola degli amanti di questo genere di prodotto..

ImageBATTAGLIA DEL TREBBIA - GUTTURNIO CLASSICO SUPERIORE  DOC - COLLI PIACENTINI

Uve di produzione: 65% Barbera 35% Bonarda

Terreno: marnoso/calcareo ad un'altezza media di 200 mt. s.l.m.

Vigneto: di proprietà dell'Azienda di Molinelli "La Celata", sito nel Comune di Ziano P.no (PC).

Sistema di allevamento: Guyot semplice

Sistema di vinificazione: Dopo la pigiatura macerazione per un periodo di 13 giorni. Termine della fermentazione primaria in barriques con inoculo di batteri malolattici.

Caratteristiche compositive: Acidità 5,5 - polifenoli totali 2.895 - Titolo alcolometrico volumico effettivo 14,00 % vol.

Invecchiamento: 9 mesi in barrique, Affinamento: 6 mesi in bottiglia

Composizione organolettica e sensoriale:
Colore: rosso rubino carico - Profumo: intenso, vinoso, caratteristico, con note di marasca e frutti di bosco - Sapore: secco, di corpo e vellutato, con note tanniche caratteristiche

Abbinamenti
Ottimo con arrosti di carne rossa, pollame nobile, cacciagione, selvaggina e piatti della grande cucina.

Temperatura di servizio
Aprire la bottiglia un po' di tempo prima del servizio e servire ad una temperatura di 18 °C.

Battaglia del Trebbia, il Gutturnio Classico Superiore è ben strutturato, grazie alla buona consistenza delle uve barbera e bonarda, all'equilibrio enologico posseduto, e alla sua integrità (stato di salute del vino) agronoma dell'uva e enologica del vino.

per info: AZ. MOLINELLI - LA CELATA
CANTINA
Viale dei Mille, 21
29010 Ziano Piacentino (PC) Italia
telefono: 0523.863230
Web:
www.lacelata.it/azienda.php
E-mail:  Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo


 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 9 di 93