Home arrow Notizie e Attività
Notizie e Attività
RISTORANTE GAUDIO: UN GIOIELLO DI PIACEVOLEZZA E QUALITA' PDF Stampa E-mail

ImageVeniamo a conoscenza di questo ristorante grazie ad un amico produttore di cucine e attrezzature professionali per la ristorazione e dobbiamo dire onestamente che non ci aspettavamo questa stupenda scelta propostaci da Mantelli.

Arrivati sul luogo, l’esterno appare come una grande villa fortificata, stile moderno, ma una volta entrati, ci accoglie un ampio giardino con piante e fiori capaci di stupire tutti coloro che entrano in questo locale.
Salite le scale ed entrati nel ristorante, ci accoglie un ambiente lucente, pulito, ben organizzato alla pari di ristoranti stellati o gran gourmet disseminati in tutto il territorio nazionale.

ImageStiamo parlando del Ristorante “Gaudio” dei fratelli Papa, situato a Barbariga Bresciana in via Industriale 3, in provincia di Brescia, i cui artefici della loro cucina sono Diego Papa, lo Chef, e in sala, il Maitre e Sommelier Giambattista Papa, due veri professionisti nati e forgiati con l’amore e la passione della cucina e della tavola.

La cucina di Diego e Giambattista affonda le radici nella tradizione dei luoghi e dei sapori della loro infanzia, associando alle materie prime più raffinate la creatività che da sempre contraddistingue questi giovani interpreti del gusto del convivio.

Territorio, ricerca, evoluzione sono le parole d’ordine di questo nuovo e coraggioso Imageprogetto dei fratelli Papa proponendo una cucina di stagione (carne e pesce) sia del territorio che nazionale e con una articolazione forse unica e rara, ovvero,

- di Territorio dove si propone una sequenza di quattro piatti tipici del territorio, utilizzando materie prime provenienti da produttori locali che riscoprono e tramandano con forza le tradizioni delle terre basse: salumi, cereali, formaggi e carni di fattoria e vini selezionati.
- di Ricerca, ovvero, percorso di quattro portate, a base di pesce, selezionate dalla cucina e piccola pasticceria,
oppure quattro portate, a base di carne selezionate e piccola pasticceria e vini selezionati
- di Evoluzione, sequenza di sei piatti a base sia di pesce che di carne proposti Imagedalla cucina, selezionando dalla carta e piccola pasticceria e vini selezionati.
- Soddisfazione della Caccia, percorso di quattro portate a base di selvaggina cacciata proposto dalla cucina, e piccola pasticceria
- Autunno = Tartufo Bianco, percorso di quattro piatti, secondo ispirazione, a base di tartufo bianco, e piccola pasticceria

Con grande professionalità, Giambattista Papa ci propone un assaggio della cucina del “Gaudio” a base di pesce fresco e pescato di mare, abbinato con un Franciacorta stupendo “La Santissima”, dell’azienda Castello di Gussago.

Piatti stupendi per freschezza, originalità e ingegnose combinazioni alimentari che abbiamo apprezzato.
Questo ristorante è stato selezionato per il Touring del Gusto 2016 al Bontà di Cremona del 14-11-2016.

per maggiori info: RISTORANTE GAUDIO
Via Industriale, 3
25030 Barbariga (BS)
telefono: 030 97 71 128 – fax: 030 97 71 128
web:
www.ristorantegaudio.it
mail: –
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
Giorno di chiusura: Giovedì

 

 
TRATTORIA SCOLARI: UN GIOIELLO DELLA TAVOLA CREMONESE PER L’EXPO PDF Stampa E-mail

ImageUna serata all’insegna di Tutti a Tavola per l’Expo per la selezione del miglior piatto e del miglior vino abbinato della serata e che permetterà allo staff della Trattoria Scolari di partecipare al Bontà 2015 e concorrere (con altri 50 ristoranti) al premio nazionale l'Eurino d'Oro della cucina Italiana. Ecco alcune indicazioni sul locale e la cucina della famiglia Zavoli.

Innanzitutto questo locale dovete cercarlo fuori dal paese, ma una volta attraversate le case lungo la via, vi accorgete per la sua mole, l'arredo esterno e l'insegna inequivocabile. 

All'interno la struttura è tipica dell'osteria rurale, ma molto pulita, con un arredo che capisci subito della qualità grazie ai bicchieri professionali che sono a tavola e dei tovaglioli di stoffa, bianchi e candidi come il vestito da sposa.

ImageLa cucina la vedi subito e ti accorgi che qui è un'intera famiglia (mamma e figlio) che tramanda la tradizione della cucina contadina con ricette, piatti e pietanze che risalgono alla nonna (la mamma della mamma) e così indietro nel tempo.

In sala non si sbaglia mai, non solo per la naturalezza professionale delle persone che vi accolgono, ma anche perché ai vini ci pensa l'enologo Roberto (secondo figlio) sempre disponibile e mai invadente.

Gli artefici del ben di dio che esce dalla cucina sono, prima di tutti, lei "Mirella Zavoli Maggi" la cuoca che "c'era una volta", ovvero, la custode della tradizione culinaria del luogo e suo figlio "Ferruccio Zavoli", detto il "Faraone" per l'imponenza fisica della persona e della sua professionalità.

ImageA tavola è stato presentato un antipasto a base di funghi porcini crudi con scaglie di grana padano di 24 mesi e sedano fresco;  poi una bionda polenta con coppa e culaccia stagionata.

Come primo piatto una stupenda tagliatelle fatte al momento con porcini crudi di giornata e per chiudere piacevolmente un secondo piatto di scaloppine di vitella con porcini, e tartufo. Favolose. I fratelli Zavoli, alla fine, ci hanno deliziato con una Sbrisolona particolare. 

Ogni singolo  piatto è stato abbinato con i vini dell’azienda Caminella capaci di combinare la piacevolezza dei piatti con la qualità e particolarità di questi vini. Risultato: un armonia completa, iniziata con una Bollicine metodo classico - Ripa di Luna Brut -, con uno stupendo blend - Luna Rossa - e un passito da uve di Moscato di Scanzo - Goccio di Sole - provenienti dalla cantina di Cenate sotto (Bg).

ImageI piatti della Trattoria Scolari sono tutti gustosi e semplici, ma con un timbro gastronomico unico che caratterizza ogni piatto, grazie alla scelta della materie prime adottate e le materie prime seconde combinate, tutte di alta qualità e che non ti tradiscono mai.

I commensali e i giornalisti presenti hanno assegnato il massimo dei voti alle "Scaloppine di vitella con funghi porcini e tartufo del Po'" (89/100) e al suo abbinamento, con Luna Rossa (91/100).

Questi gli artefici del locale:
• Mirella Zavoli Maggi (cuoca storica) cultrice e custode di vecchie ricette delle tradizioni: "c'era una volta"
• Ferruccio Zavoli, figlio, (cuoco professionista), sopranominato "Il Faraone". Ha fatto esperienza in Canada a Toronto al S.T. Jamej Restaurant e a Budapest al World Cup Cooking Aungary
• Roberto Zavoli l'Enologo dei nettari divini e selezionatore della qualità e pregiatezza dei vini. Tecnico With Agriculture Pegree, Specialized in wine and winery, all'Italianwines ano Top Of foreigners.

per ulteriori info: TRATTORIA SCOLARI
Viale Graffignana 10  -
località San Vito
26011 Casalbuttano ed Uniti CR
Tel. 0374.361602 - cellulare 335.6053521

ImageImageImage

 
IL GIGLIO: IL RISTORANTE DI PESCE DI MARE A GARDONE RIVIERA PDF Stampa E-mail

ImageLocali che propongono piatti a base di specialità di pesce di mare ve ne sono tanti e sicuramente anche di buona qualità, ma qui supera ogni aspettativa anche per i più esigenti cultori di questo prodotto, non solo per la freschezza del pescato, ma anche per le proposte che arrivano  tavola.

Stiamo parlando del “Ristorante Il Giglio” di Gardone Riviera, un piccolo gioiello di ristorazione ben strutturato, disposto con due salette che possono contenere comodamente circa 30 coperti. 

Ben arredato, elegante ma non sfarzoso, lucente, ben illuminato e piacevole, grazie anche ai profumi puliti che escono dalla cucina, preannunciando il ben di dio che arriverà a tavola.

ImageIn cucina Antonello Oggiano, Chef di lunga esperienza, maestro di cucina e docente alimentare, stupisce per l’ingegno e l’armonia dei suoi piatti, piacevoli e avvolgenti.
In sala Sandro Conforti, sommelier professionista, maître di ottima esperienza che assicura il perfetto servizio tra cucina, sala e cliente.

Al "Giglio", inoltre, si respira fortemente un’aria naturale, familiare e il cliente si trova subito a suo agio appena entra nel ristorante e Antonello e Sandro fanno di tutto affinché il cliente si trovi piacevolmente a tavola anche quando arriva il conto.

La cucina di Antonello è uno vaso di pandora che sforna piatti di pesce fresco, crudo, cotto e gratinato, sempre profumati, grazie alla pulizia olfattiva del prodotto e Imagele sue modalità di cottura. I piatti sono corredati in modo semplice ma sempre accattivanti, anche alla vista, e che incantano anche per le forme dei piatti. Il gusto è sempre piacevole, armonioso e avvolgente, dovuto dalla freschezza del pesce e dell’ottima combinazione alimentare tra materie prime e le materie prime seconde.

Infine l’abilità di Sandro, il sommelier, che è capace di consigliare il vino migliore per tutte le portate oppure, per i più esigenti, anche su ogni piatto, avendo grande attenzione al rapporto qualità e prezzo, rispettando sempre l’esigenza del cliente.

Esternamente il ristorante il Giglio si presenta semplice ma collocato in un borgo da mozzafiato e che dal parcheggio delle auto si può ammirare il lago con le sue bellezze ed effettuare salutistiche passeggiate.

Ottimo il rapporto qualità – prezzo e consigliamo di prenotare, sempre.

RISTORANTE IL GIGLIO
di Antonello Oggiano e Sandro conforti
Via G. B. Cipani, 69
25083 Gardone Riviera, frazione Fasano (Bs)
Telefono 0365.541417 – Cell. 338.4607753
e-mail:
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
web: www.ristoranteilgiglio.com

Image

 
PIACENTINO - RISTORANTE ALBERGO - BOBBIO (PC) PDF Stampa E-mail

ImageNon fatevi ingannare da pregiudizi  vecchi e superati, ricordandoci che la qualità a tavola si può trovare anche nei ristoranti di albergo e, quello del “Piacentino” di Bobbio, in provincia di Piacenza è la prova.

La storia del “Piacentino” è la storia della famiglia Bellocchio, degli avi di Maria Celestina, attuale titolare, e suo marito Giuseppe, che da quattro generazioni si tramanda l’arte della ristorazione e dell’ospitalità alberghiera.

In origine l’immobile (1894) dove oggi sorge la struttura era una locanda, punto di incontro della vita economica del piccolo centro. E’ a partire dai primi anni ’70 che il locale assume le attuali sembianze, ed affermarsi nel panorama della gastronomia piacentina.

ImageLa conduzione del ristorante e dell’albergo è di Celestina e Giuseppe, che da più di quarant’anni si occupano personalmente della gestione che garantiscono un’affabile accoglienza, e un accurato assortimento di piatti tipici locali e piacentini, insieme ad altre proposte della cucina Italiana più moderna.

Tra le proposte in carta (legati alla stagione) è possibile gustare un ricco antipasto Piacentino con salumi dop, verdure grigliate, crostini con diversi sapori per poi passare al mitico  piatto di “Maccheroni alla Bobbiese”, e poi i tortelli alle ortiche o quelli con le patate e tartufo, oppure con gli asparagi, assaporare i gnocchetti di mais con porcini, oppure tagliolini con i porcini e i “Pisarei e fasò” piacentini e altro ancora.

Per i secondi ci si può sbizzarrire con gli Straccetti all’aceto balsamico, oppure al gorgonzola, oppure con i funghi porcini, i funghi porcini al cartoccio, la coppa piacentina arrosto con julienne di cipolle e altro ancora.

ImageDate un’occhiata alla carte dei dolci per stupirvi della semplicità e gustosità delle loro  proposte.

Molto buona la carta dei vini principalmente locali e piacentini e con uno sguardo a prodotti di altre regioni e nazioni. 

La sala ristorante è cornice gradevole per pranzi, cene, pranzi nuziali e meeting. Il giardino estivo è l’ambiente ideale in estate ed è la scenografia romantica per cenette e cerimonie. Ottimo il rapporto qualità e prezzo.

Per le sue qualità locali e piacentine il ristorante e l'albergo sono sati ineriti tra i migliori 100 migliori ristoranti regionali italiani e premiati al "il Bontà", al Salone Nazionale della Cucina Italiana.

Bobbio, Borgo storico risalente al VII sec., merita la visita alla chiesa Abbaziale San Colombano e l’annesso Museo all’interno del Borgo urbano e la magnifica cattedrale dedicata a Santa Maria Assunta. Si consiglia infine, di visitate anche “Ponte Gobbo“ sulle verdi acque del fiume Trebbia, simbolo emblematico della Città.

ImagePer maggiori Info: PIACENTINO RISTORANTE ALBERGO
Piazza San Francesco 19
29022 BOBBIO (PC)
Tel.0523.936266 - 0523.936563
E-mail:  Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
Web:  www.hotelpiacentino.it
Ristorante e Albergo con Marchio Ospitalità Italiana e Segnalato come "Locali per l'Expo".
Si consiglia di prenotare, sempre.

Image

 
IL POETA CONTADINO: DALLA TRADIZIONE UN TUFFO NELL'INNOVAZIONE PER L'EXPO PDF Stampa E-mail

ImageE' uno stupendo locale di Campagna che fa parte del circuito “Tutti a Tavola per l’Expo”, sistema che seleziona Ristoranti, Trattorie e Osterie e che propone ai visitatori dell’Expo la “Cucina Regionale Italiana Innovativa" e in questa occasione della cucina Cremonese.

Il Ristorante è condotto da Marco Nobile (Titolare e Chef) e famiglia (Daniela Nobile, Claudia Ventura), capaci di stupire a allietare i clienti dalla cucina al servizio in sala. 

La  struttura è quella di un cascinale, rustico ma raffinato, dotato di ampio parcheggio privato e dispone di due sale da pranzo con aria condizionata per l’estate, e una cucina in grado di rispondere alle esigenze dei clienti anche per eventi e banchetti con menù particolari.

ImageE’ dotato di un ampio giardino per pranzi e cena nella bella stagione e dispone di griglieria e forno da pizza.

Marco Nobile propone piatti della tipicità Cremonese (loro origini) nonché della tradizione lombarda, anche rivisitate, senza perdere l’originalità di provenienza. 

Tra le specialità troviamo piatti quali, i marubini in brodo, l'orzotto mantecato con funghi e salsiccia, i tagliolini al ragù d'anatra, i ravioli di grano saraceno, filetto di luccio in carpione con cipolle rosse di Tropea e peperoni, tartare di anatra con funghi e senape, capriolo e cinghiale in umido con polenta rustica, i bolliti misti con salsa verde e mostarda cremonese, l’oca, e altro. 

Novità assoluta è la pasta al forno di Casalbuttano (oggi la Lasagna) riproposta da una ricetta di fine 800, portata a tavola la prima domenica di maggio, mese Mariano, in onore della Madonna della Graffignana. Questo piatto è stato scelto ed inserito nel Tour dei ristoranti tipici, selezionati per "Tutti a Tavola per l'Expo 2015"

ImageE’ anche è possibile utilizzare le biciclette, gratuitamente, messe a disposizione dalla Strada del Gusto Cremonese, per una piacevole passeggiata lungo l'adiacente pista ciclabile cremonese. 

Il locale dispone di 5 camere ideali per soggiorni di lavoro e per chiunque desideri pernottare lontano dal caos e dalla frenesia della città. Informazioni:  www.poetacontadino.it 

A poche centinaia di  metri dal locale, potete visitare le ricche testimonianze di arte e cultura di questa comunità contadina che dall’era del bronzo, al medioevo e al risorgimento custodisce siti preziosi da non ignorare assolutamente. A pochi chilometri di distanza trovate la Città di Cremona e la piccola Cittadina di Soresina, entrambi con testimonianze d'arte, storia e cultura centenarie.

Per maggiori notizie consultare: http://www.casalbuttano.it/index.php?pg=storia 
http://www.casalbuttano.it/docs/highlights/Guida%20turistica%20Casalbuttano.pdf 

-----------------------------------------

Imageper info: IL POETA CONTADINO
Via per Bordolano
26011 Casalbuttano ed uniti (Cremona)
Bassa Padana
tel. 0374361335
e-mail: 
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
Web:  
www.poetacontadino.it 

Image

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 37 - 45 di 90