Home arrow Notizie e Attività
Notizie e Attività
QUANDO LA TRADIZIONE DIVIENE UN’ECCELLENZA DELLA VAL TREBBIA - FARINI (PC) PDF Stampa E-mail

ImagePotete girare tutti i ristoranti o le osterie e trattorie che volete, oppure, cercare locali dove si propone la propria cucina casalinga, ma come quella del Bar Sport di Farini, piccolo Comune collocato tra i colli piacentini, non la troverete mai.

Qui si prepara tutto rigorosamente in casa, e questo per servire al massimo 20 commensali tra quelli abituali o di passaggio in inverno, mentre in estate può accogliere al massimo 40 ospiti, aggiungendo nel bar tavoli e tavolini d'emergenza.

Le specialità proposte sono prima di tutto gli Gnocchi di Patate composti da 4/5 di patate biologiche del luogo, e 1/5 di farina propria, poi i Tortelli e le Tagliatelle al sugo di pomodoro, con l’aggiunta di funghi porcini oppure, con gli Spinaroli.

Poi, potete chiedere il loro magnifico risotto con prodotti di stagione o di ispirazione della Cuoca del locale, sempre speciali e piacevolissimi.
Tutto è realizzato a mano, compreso la pasta, molto sottile, e con farine che permette la realizzazione di paste per tortelli molto sottili, ben tesa, e incapace di rompersi, ma morbidissime sia alla forchetta che in bocca.

ImageCi vuole un grande talento ed esperienza per realizzare una così particolare prodotto. Anche le tagliatelle subiscono questo trattamento; pasta con larghezza e spessore che fanno onore al nome “tagliatella” e che in bocca ricordano quelle della nonna o per i più fortunati, della propria mamma che ha ereditato questo talento.

Anche i sugli sono particolarissimi. Non sono mai grassi, untosi, pesanti, ma con una qualità e piacevolezza tale da far riscoprire la “scarpetta” con il pane casareccio di loro produzione.
La cucina propone secondi piatti come la trippa, i fegatini alla cacciatora, carni di loro selezione, provenienti dalla macelleria del fratello della Cuoca,: brasato, arrosto, roas-tbeff, costate e, nelle opportune stagioni, cacciagione e altro con un gusto e sapori da far toccare il cielo.

TITOLARE e CUOCA della cucina del Bar Sport è la SIGNORA LUISA CASELLA, instancabile donna, CUOCA DI CASA, che non lascia nulla al caso e,  per garantire questa qualità, prepara tutto con le sue mani e con il proprio gusto. E’ una donna molto riservata, ma con una forza d’animo e fisica forgiata nel tempo e capace di fare le ore piccole pur di accontentare il cliente.

ImageAll’interno, il locale si presenta così com’è, ovvero, un bar con un ampio bancone, tavolini, sedie, e alla sua destra una piccola sala che accoglie cinque tavoli per ospitare al massimo una ventina di persone. All’esterno il Bar parla di se come locale piacevole e luogo d’incontro, molto frequentato dai residenti e luogo d’incontro di turisti e avventori occasionali.

Siamo arrivati qui previa prenotazione, grazie ad un mio amico che mi ha caldeggiato diverse volte a venire ad assaggiare la cucina di questo Bar e a conoscere la Cuoca la signora Luisa Casella.  Così ci mettiamo in auto con destinazione Farini ed entrati nel locale, abbiamo assaggiato (mangiato) i seguenti piatti:
Gnocchi di patate e farina biologica condita con passata di pomodoro e grana padano
Tortelli di pasta sottile ripieni di ricotta e spinaci conditi con sugo di pomodoro, funghi e grana padano.
Abbiamo abbinamento tutto con un vino rosso, ovvero, Gutturnio Piacentino dell’Azienda Baraccone. Si consiglia di prenotare, il locale è piccolo.

Per Info: Bar Sport
Via Genova n. 28
Farini (Pc)
Telefono: 0523.910133
Cell. 339.2239013
Cuoca:  Signora Luisa Casella

 
IL FONDACO DEI MERCANTI - MOSCAZZANO (CR): IL PIACERE DEI SENSI PDF Stampa E-mail

ImageScopriamo questo locale grazie ad un amico, Maestro di Caffetteria, che ci ha segnalato il Fondaco dei Mercanti, posto nella lussureggiante campagna Cremasca, in provincia di Cremona.
Arrivati sul luogo, ci colpisce la bellezza del parco, e la strurrura del locale che si presenta ai nostri occhi come una immenssa villa, con una parte tutta a vetri, quasi tuffata in un ambiente da fiaba.

E' immerso nel verde di un ampio parco dove padroneggia un mulino di fine ‘800 completamente ristrutturato e incastonato tra antico e moderno con un design stupendo.

Il legno parte integrande dell'immobile è sapientemente accostato a materiali tecnologici ed arredi raffinati, crea un ambiente elegante, caldo, accogliente e piacevole. Le ampie sale a vetrate, curate in ogni dettaglio, ci trasferiscono una sensazione rilassante e tutt'uno con il giardino esterno.

ImageAltra scoperta, che non ci aspettavamo, è stata la cucina con le sue proposte gastronomiche e con prodotti di altissima qualità selezionata e così i vini nazionali ed esteri, tutti tarati alle esigenze del cliente.

Si propone la cucina della tradizione in maniera personale e creativa, dove antico e moderno si intrecciano anche in cucina.
Qualità degli oli extravergine molisani e liguri, pasta di grano duro di Gragnano trafilata al bronzo, gamberi rossi di Mazzara del Vallo, carne di fassona piemontese, foie gras di una Maison di antica tradizione, sono solo alcuni degli ingredienti che regalano piacevolezza ad ogni portata, grazie alla loro unicità.

Il Fondaco dei Mercanti si trova a pochi chilometri da Lodi, Milano, Cremona, Bergamo e Piacenza. Il ristorante é una location particolarmente adatta anche per matrimoni, cerimonie, meeting e cene aziendali, feste e ricevimenti privati.

ImageLe proposte riguardano anche la ristorazione alla "carta", sempre attenta alla stagionlità dei prodotti e la selezione di qualità.

Abbiamo testato, degustato e cenato con tre piatti a base d'anatra veramente favolosi. Mai abbiamo provato e trovato prodotti di così alta qualità e trasformati in modo sublime da mani esperte ed innamorate del proprio mestiere. Sono piatti  che difficilmente dimenticheremo.

Abbiamo iniziato con una Terrina di fegato d’anatra veramente unico: colore rosa naturale, profumo delicato, sapore avvolgente e piacevole da fare il bis più volte, abbinato con uno Spumante Brut Ripa di Luna di 30 mesi dui lievi propri;

ImageIn seguito abbiamo assaggiato la Scaloppa di fegato d’anatra al forno su dadolata di pere caramellate con la birra: una sorpresa sull'altra, anche con questo piatto, dove la materia prima la "scaloppa di fegato d'anatra" si è presentata intatta, ben dorata, senza lesioni e con un boquet di profumi mai provati. Il gusto, rotondo ben equilibrato, integro in tutte la sua composizione. E' stato abbinato con un vino bianco, Verde Luna, incrocio Manzoni;

A conclusione della serata arriva sul tavolo un Petto d’anatra con riduzione di agrumi, scaloppato con il grasso dell’anatra, magnifico già alla vista: Integro nei colori, morbido e piacevolissimo in degustazione, ottimo l'accostamento con gli agrumi. E' stato abbinato con Luna Rossa, definito l'amarone della Lombardia.  I vini serviti sono stati dell'azienda Caminella di Cenate Sotto (Bg). Magnifici.

Il ristorante, che dispone di un ampio parcheggio privato, è stato selezionato per la premiazione a "il Bontà" di Cremona - al Salone Nazionale della Tavola Italiana - premio Caminella 2016.

Per altre informazioni: Il Fondaco dei Mercanti
Loc. Mulino, 1 - Via Rovereto
26010 Moscazzano (CR)
tel. 0373 66177
web: http://www.ilfondacodeimercanti.it/
e-mail:
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
E' sempre aperto senza alcun limite d’orario
Chiuso Domenica sera, Lunedì e Martedì

 Image

 
RISTORANTE BISTEK - UN RISTORANTE INDIMENTICABILE PDF Stampa E-mail

ImageIl ristorante Bistek,  di Trescore Cremasco, situato nella provincia di Cremona, ai confini tra la provincia cremonese e la provincia  bergamasca, rappresenta uno degli ultimi  baluardi della cucina Italiana di territorio e nella specie, quella tipicamente rurale, dove ritrovarsi è veramente piacevole.

Qui si possono trovare piatti che ricordano i gusti e i profumi originali della nostra infanzia, qualità e piacevolezza dei piatti di una volta, grazie al l’utilizzo di prodotti cosiddetti  poveri,  e l’accoglienza e assistenza al cliente,  così come l’oste riservava alla sua clientela di sempre oppure occasionale.

Il ristorante Bistek nasce nel 1968 da Francesco Bonetti, soprannominato Bistek (stuzzicadenti) per la sua magrezza ed altezza, papà di Antonio, l'attuale proprietario, che ne modellò le prime caratteristiche della trattoria di campagna, sviluppatosi così com’è oggi, grazie all’ingegno di Antonio Bonetti (il Cuoco) e sua moglie Ornella, il jolly della sala e della cucina.

ImageLa cucina si distingue per la sua territorialità e qui troviamo il maiale, il vitello di pianura, l’ oca, l’anatra, salumi e salami cremaschi, fritto con cervella di vitello e carciofi impanati; giro d’oca, ovvero, mortadella d'oca, salame crudo e salame cotto, terrina, prosciutto, petto affumicato,  scaloppa di fegato d'oca e poi la regina dei volatili di questa terra, l’Anatra.

In occasione e alla vigilia della 13° edizione de il Bontà (salone nazionale della cucina e della tavola italiana) dove a tema si propone “l’Anatra secondo Me”, Antonio Bonetti e sua moglie Ornella verranno premiati per l’originalità e tipicità delle loro proposte e del loro locale.

ImageCosì l’altra sera, in un apposito evento,  sono stati presentati alcuni piatti della tradizione della cucina del Bistek, abbinati ai vini bergamaschi dell’azienda Caminella di Cenate Sotto (Bg), tutto in una magnifica armonia sensoriale, tra piatti cremaschi e vini bergamaschi  veramente particolari.

Sono stati presentati i seguenti piatti e i vini abbinati, in questa sequenza: Caldo tortino di zucca gialla e salsa d’anatra - Petto d’Anatra, frutta secca, radicchio rosso, (85,25)abbinato con Ripa di Luna Brut di 30 mesi sui lieviti (80,50).
Passatina di lenticchie, con salsiccia d’anatra, chips zucca e a seguire i Tortelli d’Anatra, su crema di polenta, burro e tartufato, (80,95) abbinato con Ripa di Luna Rosso Valcalepio Doc (82,50)
ImageCosciotto d’Anatra in lunga cottura con Funghi e crostoni di polenta, (92,25) abbinato con Luna Rossa – Rosso IGP Riserva (93,50)
Sfogliatella con fichi caramellati, crema al latte e gelato a doppia crema, (75,35) abbinato con Goccio di Sole, Rosso Passito, da Uve di Moscato di Scanzo (85,40)

E’ stato un vero trionfo di gusti e sapori che molti commensali si erano dimenticati, menù molto apprezzato non solo dai numerosi commensali presenti alla serata, nonché e giornalisti di diverse testate nazionali e territoriali.

Il 14 novembre 2016 il Bistek, insieme ad altri 40 ristoratori, provenienti da diverse province d’Italia, ritirerà   il  PREMIO CAMINELLA 2016, in occasione della 13° edizione de il Bontà a Cremona e presenterà il piatto vincitore. Cosciotto d’Anatra in lunga cottura con Funghi e crostoni di polenta, (92,25) abbinato con Luna Rossa – Rosso IGP Riserva (93,50)


Per ulteriori info: Ristorante Bistek
di Antonio Bonetti e Ornella
Viale Alcide De Gasperi, 31,
26017 Trescore Cremasco CR
Telefono: 0373 273046
web: 
www.bistek.it
e-mail: 
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
face book:  Ristorante Bistek

ImageImage

 
OSTERIA OCA BIANCA: LA PICCOLA ECCELLENZA DI CURNASCO DI TREVIOLO (BG) PDF Stampa E-mail

ImageE’ proprio vero, il destino, oppure, la fatalità, quando meno te lo aspetti ti conduce a scoprire eccellenze se non uniche sicuramente rare.

Perché il destino. Dovevamo andare a pranzo da un noto chef e ristorante bergamasco ma per vari motivi questa mia amica dirotta l’escursione su questo piccolo localino fuori dalle porte della città di Bergamo.

Mai scelta fu tanto azzeccata di fronte ad un imprevisto e devo a Simonetta (la mia amica) se ho conosciuto un talento così ben composto e piacevole da dispiacermi di lasciare il locale ormai oltre le ore 16,00 di un pomeriggio Bergamasco.  Sono fiero di affermare che sono state le ore più belle della mia vita passate in una Osteria.

L’Osteria Oca Bianca è un piccolo ristorante a Curnasco di Treviolo (Bg)  realizzato per proporre un ambiente caldo, accogliente, casalingo, nonché mettendo a tavola piatti semplici della cultura territoriale e stagionale e del talento del Cuoco Marcello e di sua moglie Francesca (in sala) che ti mette a tuo agio con un fare professionale e solare.

ImageImagePane e Pasta fresche preparate ogni giorno, carni piemontesi di primissima scelta, pesce e dolci preparati ogni giorno con amore sono le caratteristiche principali che abbiamo scoperto nei vari piatti che propongono. ImageL’attenzione per la qualità della materia prima e l’accoglienza dei proprietari che gestiscono direttamente il locale, fanno dell’Oca Bianca un piccolo luogo di eccellenze culinarie fuori da logiche di griffe e stelle più o meno meritate. Prima di un buon caffè non potete rinunciare ai dolci preparati ogni giorno con amore da Francesca: da favola.

Noi abbiamo gustato uno splendido manzo speziato in carpaccio, poi un risotto con crema di pistacchi, mantecato al Branzi vecchio e per finire la  Tagliata di petto d'oca con salsa ai mirtilli speziati. Una apoteosi del gusto e il trionfo della piacevolezza.

Consiglio: non perdetevi questa Osteria deliziosa, prenotate e lasciatevi guidare da Francesca o da Marcello. Non vi pentirete.

Per maggiori info: Osteria Oca Bianca 
di Marcello e Francesca
Via Bergamo 4 a - Curnasco di Treviolo (Bergamo)
Tel. (+39) 331 33 20 540
E-mail:
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
Chiuso: domenica sera e lunedì tutto il giorno

ImageImage

 
OSTERIA LA MUCCA DELLA NONNA: UN GIOIELLO ARTISTICO E GASTRONOMICO DA NON PERDERE PDF Stampa E-mail

ImageUn'Osteria forse più unica che rara ed ha sede in un palazzo del cinquecento, poco distante da piazza Garibaldi, in Soresina provincia di Cremona.  

E' un antico convento , un gioiello architettonico di grande pregio ed eleganza. Pavimento in vetro che svela le arcate della cantina sottostante invece, all’interno del cortile, si possono ammirare i raffinati disegni degli archi dal profilo multicolore delle decorazioni.

Il locale si sviluppa in verticale e su tre livelli che si diversificano tra loro. Può ospitare 200 comodi posti.

Ogni sala un’atmosfera diversa: la comodità’ della “LOGGIA” - L’eleganza della “POMPEANA - L’intimità della “BAITA” -  Il fascino del “PATIO” - Il corridoio che si affaccia sulla corte interna.

Ovunque si scelga di mangiare , non si resterà delusi.
La sede è un palazzo cinquecentesco , si dice un ex convento,che si affaccia su via Genala , poco distante da piazza Garibaldi.
La Mucca della Nonna dispone di una cantina con circa 1500 etichette.

ImageLa cucina è tutta particolare, Torta fritta con affettati e contorni, Castagne con lardo di Colonnata. Tagliatelle al sugo della nonna. Tortelli fatti in casa (ricotta , spinaci , zucca , brasato , rapa rossa con semi di papavero). Tartar di filetto di manzo Argentino (condimento a piacere), Cuore di filetto Argentino, Fiorentina di chianina, Controfiletto Farm Creeckstone Arcansas (Usa).

La Mucca della Nonna è stata selezionata per il concorso “L’Anatra secondo Me” per il premio “Caminella 2016” alla 13a Edizione de “Il Bontà” (Salone Nazionale della Tipicità della Cucina Italiana) che si tiene a Cremona il 14 novembre 2016.
Per l’occasione si è tenuta una serata a tema dove sono stati serviti piatti particolari a base d’Anatra dove i commensali e giornalisti di varie testate hanno votato il miglior piatto della serata e il vino abbinato.

ImageI piatti presentati durante la serata, in sequenza, sono stati: tortino d'Anatra con porri e pesto abbinato con Ripa di Luna Spumante Brut; maltagliati al ragù d'Anatra e ricotta stagionata, servito con Ripa di Luna Rosso Doc; Anatra brasata con polenta bianca, in abbinamento con Luna Rossa, Mousse alla crema Chantilly con liquore al cioccolato e caffè, con Goccio di Sole, tutti vini dell’Azienda Caminella di Cenate Sotto (Bg).

La scelta dei commensali e dei giornalisti ha premiato Anatra brasata con polenta bianca, in abbinamento con Luna Rossa, piatto e vino che presenzieranno al “Bontà” di Cremona il 14 novembre 2016.

Una visita all’osteria La Mucca della Nonna non può mancare una visita alla Città di Soresina e scoprire la sua storia preistorica, nonché quella romana e medievale. Da ammirare sicuramente è il Salone del podestà (1300), il teatro sociale (1840), l’osservatorio astronomico nell’era moderna (1974), il centro di Soresina, l’area mercato adiacente e la Cattedrale.

per info: LA MUCCA DELLA NONNA
Via Genala - SORESINA - (CREMONA)
Tel.: (+39) 335-5284109 - 0374 346434
E-mail:
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
Web:
www.muccadellanonna.altervista.org/
Chiuso il mercoledì
------------
Referenti: Roberto Martinelli e la moglie Mina Petruzzelli
Locale Segnalato Dall’accademia Della Cucina Italiana

Image

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Pross. > Fine >>

Risultati 19 - 27 di 79