Home arrow Notizie e Attività
Notizie e Attività
RISTORATORI BRESCIANI DI A.R.T.Ho.B. A CONFRONTO: VINCE LA SEMPLICITA' PDF Stampa E-mail

ImageUna manifestazione piacevole e di alto livello professionale quella organizzata dall'Associazione Ristoratori Bresciani a GolosItalia alla sua 2° Edizione del 27 FEBBRAIO 2017 tenutasi a Montichiari (BS).

“Creare un piatto da veri gourmet" era il tema del concorso e perdipiù da realizzarsi in soli 25 minuti, utilizzando solamente con gli ingredienti messi a disposizione dalla Commisione di A.R.T.Ho.B.

Il premio in palio per il primo classificato, consisteva in € 500 in merce da ristorazione e una targa in argento a ricordo dell'evento.

I partecipanti selezionati hanno preparato, cucinato e presentato il loro piatto vincente ad un commissione di professionisti appositamente selezionata.

Ecco i protagonisti del concorso.
Archetti Monia – Ristorante L’Antica Rocca Orzinuovi
Piatto: Girella di branzino al profumo di rosmarino su spuma di carote e polvere di liquirizia.

Zani Andrea – Ristorante Q Bio Sarezzo
Piatto: Costolette d’agnello al profumo di menta con orto e bosco

Giovanni Durante - Ristorante Manuno Bis  Brescia
Piatto: Tagliatelle con creme di carciofi e costolette d’agnello

Patrizia Gianoncelli – Osteria Santissima Gussago
Piatto: Branzino con caponatina alla mediterranea

La vincitrice del concorso e’ stata Archetti Monia – del Ristorante L’Antica Rocca Orzinuovi - con il piatto, Girella di branzino al profumo di rosmarino su spuma di carote e polvere di liquirizia.

L' evento ha suscitato molto intresse tra gli operatori del settore, quello delle scuole professionali e del pubblico, riempiendo ogni posto dell'immensa sala dove si svolgeva il concorso, seguito con attenzione fino alla sua conclusione.

L'appuntamento è per l'anno prossimo a Golositalia 2018.

Image

 

 
OSTERIA DEGLI ANGELI: IL PARADISO DELLA TAVOLA DI CASA PDF Stampa E-mail

ImageE’ sicuramente un locale particolare, accogliente, piacevole, ben arredato, situato nella campagna Cremonese, alle porte  di Casalmaggiore, la cui cucina è davvero interessante per qualità originalità e piacevolezza. La cucina è  impostata su due proposte culinarie, ovvero, le carni e il pesce di mare. Altra caratteristica di questa Osteria sono le materie prime e i prodotti collaterali, tutti di qualità eccellente, freschissimi e cucinati con passione  e professionalità, assicurandosi così, l’apprezzamento e il successo con i commensali.

L’Osteria degli Angeli è gestita da Stefano Minchillo, Calabrese doc, giovane Chef che non supera i 25 anni e che fa uscire della sua cucina piatti e sapori di alta qualità e che ricordano le origini della sua terra. Qui non si trascurano i tesori della cucina locale, così piatti dell’innovazione, piacevoli e geniali.

Il locale, situato in una frazione di paese ed è condotto da quattro giovani (due in cucina e due in sala) tutti al disotto dei 25 anni. Il richiamo del nome, l’angelo, è il protagonista assoluto delle piccole sale, con statuette e soprammobili di angioletti e che trasmettono un’atmosfera calda e piacevole.

Il Menù cambia periodicamente assegnando ad esso un numero progressivo (il nostro era il numero 11, contenente una dozzina di proposte secondo le disponibilità di stagione e di mercato. Piatti di terra e di mare spaziano dagli Imageantipasti, ai primi e secondi piatti, così per il dessert che ricalca la filosofia dello Chef Stefano, producendo tutto in casa.

Il locale accetta anche proposte particolari di piatti e prodotti che possono essere realizzati, secondo la  disponibilità del mercato, attraverso la prenotazione telefonica.

Noi abbiamo testato e gustato alcuni piatti che ci hanno impressionato, semplici e delicati, ma gustosi e particolari come “il Raviolo di Mare” da non perdere assolutamente, “La salada”, una carne di manzo selezionata e affumicata direttamente da loro, arricchita con cipolle rosse di Tropea in confettura e pecorino di Pienza, e poi il “Tortino di Brasato” dal sapore ed equilibrio avvolgente. Da consigliare la “Crudità di Mare”, i Tagliolini con granchietti e lumachine,  e le loro carni veramente tenere e gustose.

Il locale è stato selezionato per la premiazione a “Il Bontà” del 13 novembre 2017, ovvero, al ”Salone Nazionale della Tipicità della Tavola Italiana”, che si terrà a Cremona e alla sua 14a Edizione. 

L’Osteria degli Angeli  è un locale che vale la pena una gita nelle campagne cremonesi e gustare le prelibatezze dello Chef Stefano Minchillo, e ammirare nella zona di “Stradivari”, il meglio dell’arte e della cultura Cremonese.

per maggiori info: OSTERIA DEGLI ANGELI
Via Remoto,1
26030 Recorfano di Voltido  (CR)
Chef Stefano Minchillo
Telefono: 0375.980753 – 331.8955792
E-mail: 
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

Image

 
QUANDO LA TRADIZIONE DIVIENE UN’ECCELLENZA DELLA VAL TREBBIA - FARINI (PC) PDF Stampa E-mail

ImagePotete girare tutti i ristoranti o le osterie e trattorie che volete, oppure, cercare locali dove si propone la propria cucina casalinga, ma come quella del Bar Sport di Farini, piccolo Comune collocato tra i colli piacentini, non la troverete mai.

Qui si prepara tutto rigorosamente in casa, e questo per servire al massimo 20 commensali tra quelli abituali o di passaggio in inverno, mentre in estate può accogliere al massimo 40 ospiti, aggiungendo nel bar tavoli e tavolini d'emergenza.

Le specialità proposte sono prima di tutto gli Gnocchi di Patate composti da 4/5 di patate biologiche del luogo, e 1/5 di farina propria, poi i Tortelli e le Tagliatelle al sugo di pomodoro, con l’aggiunta di funghi porcini oppure, con gli Spinaroli.

Poi, potete chiedere il loro magnifico risotto con prodotti di stagione o di ispirazione della Cuoca del locale, sempre speciali e piacevolissimi.
Tutto è realizzato a mano, compreso la pasta, molto sottile, e con farine che permette la realizzazione di paste per tortelli molto sottili, ben tesa, e incapace di rompersi, ma morbidissime sia alla forchetta che in bocca.

ImageCi vuole un grande talento ed esperienza per realizzare una così particolare prodotto. Anche le tagliatelle subiscono questo trattamento; pasta con larghezza e spessore che fanno onore al nome “tagliatella” e che in bocca ricordano quelle della nonna o per i più fortunati, della propria mamma che ha ereditato questo talento.

Anche i sugli sono particolarissimi. Non sono mai grassi, untosi, pesanti, ma con una qualità e piacevolezza tale da far riscoprire la “scarpetta” con il pane casareccio di loro produzione.
La cucina propone secondi piatti come la trippa, i fegatini alla cacciatora, carni di loro selezione, provenienti dalla macelleria del fratello della Cuoca,: brasato, arrosto, roas-tbeff, costate e, nelle opportune stagioni, cacciagione e altro con un gusto e sapori da far toccare il cielo.

TITOLARE e CUOCA della cucina del Bar Sport è la SIGNORA LUISA CASELLA, instancabile donna, CUOCA DI CASA, che non lascia nulla al caso e,  per garantire questa qualità, prepara tutto con le sue mani e con il proprio gusto. E’ una donna molto riservata, ma con una forza d’animo e fisica forgiata nel tempo e capace di fare le ore piccole pur di accontentare il cliente.

ImageAll’interno, il locale si presenta così com’è, ovvero, un bar con un ampio bancone, tavolini, sedie, e alla sua destra una piccola sala che accoglie cinque tavoli per ospitare al massimo una ventina di persone. All’esterno il Bar parla di se come locale piacevole e luogo d’incontro, molto frequentato dai residenti e luogo d’incontro di turisti e avventori occasionali.

Siamo arrivati qui previa prenotazione, grazie ad un mio amico che mi ha caldeggiato diverse volte a venire ad assaggiare la cucina di questo Bar e a conoscere la Cuoca la signora Luisa Casella.  Così ci mettiamo in auto con destinazione Farini ed entrati nel locale, abbiamo assaggiato (mangiato) i seguenti piatti:
Gnocchi di patate e farina biologica condita con passata di pomodoro e grana padano
Tortelli di pasta sottile ripieni di ricotta e spinaci conditi con sugo di pomodoro, funghi e grana padano.
Abbiamo abbinamento tutto con un vino rosso, ovvero, Gutturnio Piacentino dell’Azienda Baraccone. Si consiglia di prenotare, il locale è piccolo.

Per Info: Bar Sport
Via Genova n. 28
Farini (Pc)
Telefono: 0523.910133
Cell. 339.2239013
Cuoca:  Signora Luisa Casella

 
IL FONDACO DEI MERCANTI - MOSCAZZANO (CR): IL PIACERE DEI SENSI PDF Stampa E-mail

ImageScopriamo questo locale grazie ad un amico, Maestro di Caffetteria, che ci ha segnalato il Fondaco dei Mercanti, posto nella lussureggiante campagna Cremasca, in provincia di Cremona.
Arrivati sul luogo, ci colpisce la bellezza del parco, e la strurrura del locale che si presenta ai nostri occhi come una immenssa villa, con una parte tutta a vetri, quasi tuffata in un ambiente da fiaba.

E' immerso nel verde di un ampio parco dove padroneggia un mulino di fine ‘800 completamente ristrutturato e incastonato tra antico e moderno con un design stupendo.

Il legno parte integrande dell'immobile è sapientemente accostato a materiali tecnologici ed arredi raffinati, crea un ambiente elegante, caldo, accogliente e piacevole. Le ampie sale a vetrate, curate in ogni dettaglio, ci trasferiscono una sensazione rilassante e tutt'uno con il giardino esterno.

ImageAltra scoperta, che non ci aspettavamo, è stata la cucina con le sue proposte gastronomiche e con prodotti di altissima qualità selezionata e così i vini nazionali ed esteri, tutti tarati alle esigenze del cliente.

Si propone la cucina della tradizione in maniera personale e creativa, dove antico e moderno si intrecciano anche in cucina.
Qualità degli oli extravergine molisani e liguri, pasta di grano duro di Gragnano trafilata al bronzo, gamberi rossi di Mazzara del Vallo, carne di fassona piemontese, foie gras di una Maison di antica tradizione, sono solo alcuni degli ingredienti che regalano piacevolezza ad ogni portata, grazie alla loro unicità.

Il Fondaco dei Mercanti si trova a pochi chilometri da Lodi, Milano, Cremona, Bergamo e Piacenza. Il ristorante é una location particolarmente adatta anche per matrimoni, cerimonie, meeting e cene aziendali, feste e ricevimenti privati.

ImageLe proposte riguardano anche la ristorazione alla "carta", sempre attenta alla stagionlità dei prodotti e la selezione di qualità.

Abbiamo testato, degustato e cenato con tre piatti a base d'anatra veramente favolosi. Mai abbiamo provato e trovato prodotti di così alta qualità e trasformati in modo sublime da mani esperte ed innamorate del proprio mestiere. Sono piatti  che difficilmente dimenticheremo.

Abbiamo iniziato con una Terrina di fegato d’anatra veramente unico: colore rosa naturale, profumo delicato, sapore avvolgente e piacevole da fare il bis più volte, abbinato con uno Spumante Brut Ripa di Luna di 30 mesi dui lievi propri;

ImageIn seguito abbiamo assaggiato la Scaloppa di fegato d’anatra al forno su dadolata di pere caramellate con la birra: una sorpresa sull'altra, anche con questo piatto, dove la materia prima la "scaloppa di fegato d'anatra" si è presentata intatta, ben dorata, senza lesioni e con un boquet di profumi mai provati. Il gusto, rotondo ben equilibrato, integro in tutte la sua composizione. E' stato abbinato con un vino bianco, Verde Luna, incrocio Manzoni;

A conclusione della serata arriva sul tavolo un Petto d’anatra con riduzione di agrumi, scaloppato con il grasso dell’anatra, magnifico già alla vista: Integro nei colori, morbido e piacevolissimo in degustazione, ottimo l'accostamento con gli agrumi. E' stato abbinato con Luna Rossa, definito l'amarone della Lombardia.  I vini serviti sono stati dell'azienda Caminella di Cenate Sotto (Bg). Magnifici.

Il ristorante, che dispone di un ampio parcheggio privato, è stato selezionato per la premiazione a "il Bontà" di Cremona - al Salone Nazionale della Tavola Italiana - premio Caminella 2016.

Per altre informazioni: Il Fondaco dei Mercanti
Loc. Mulino, 1 - Via Rovereto
26010 Moscazzano (CR)
tel. 0373 66177
web: http://www.ilfondacodeimercanti.it/
e-mail:
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
E' sempre aperto senza alcun limite d’orario
Chiuso Domenica sera, Lunedì e Martedì

 Image

 
RISTORANTE BISTEK - UN RISTORANTE INDIMENTICABILE PDF Stampa E-mail

ImageIl ristorante Bistek,  di Trescore Cremasco, situato nella provincia di Cremona, ai confini tra la provincia cremonese e la provincia  bergamasca, rappresenta uno degli ultimi  baluardi della cucina Italiana di territorio e nella specie, quella tipicamente rurale, dove ritrovarsi è veramente piacevole.

Qui si possono trovare piatti che ricordano i gusti e i profumi originali della nostra infanzia, qualità e piacevolezza dei piatti di una volta, grazie al l’utilizzo di prodotti cosiddetti  poveri,  e l’accoglienza e assistenza al cliente,  così come l’oste riservava alla sua clientela di sempre oppure occasionale.

Il ristorante Bistek nasce nel 1968 da Francesco Bonetti, soprannominato Bistek (stuzzicadenti) per la sua magrezza ed altezza, papà di Antonio, l'attuale proprietario, che ne modellò le prime caratteristiche della trattoria di campagna, sviluppatosi così com’è oggi, grazie all’ingegno di Antonio Bonetti (il Cuoco) e sua moglie Ornella, il jolly della sala e della cucina.

ImageLa cucina si distingue per la sua territorialità e qui troviamo il maiale, il vitello di pianura, l’ oca, l’anatra, salumi e salami cremaschi, fritto con cervella di vitello e carciofi impanati; giro d’oca, ovvero, mortadella d'oca, salame crudo e salame cotto, terrina, prosciutto, petto affumicato,  scaloppa di fegato d'oca e poi la regina dei volatili di questa terra, l’Anatra.

In occasione e alla vigilia della 13° edizione de il Bontà (salone nazionale della cucina e della tavola italiana) dove a tema si propone “l’Anatra secondo Me”, Antonio Bonetti e sua moglie Ornella verranno premiati per l’originalità e tipicità delle loro proposte e del loro locale.

ImageCosì l’altra sera, in un apposito evento,  sono stati presentati alcuni piatti della tradizione della cucina del Bistek, abbinati ai vini bergamaschi dell’azienda Caminella di Cenate Sotto (Bg), tutto in una magnifica armonia sensoriale, tra piatti cremaschi e vini bergamaschi  veramente particolari.

Sono stati presentati i seguenti piatti e i vini abbinati, in questa sequenza: Caldo tortino di zucca gialla e salsa d’anatra - Petto d’Anatra, frutta secca, radicchio rosso, (85,25)abbinato con Ripa di Luna Brut di 30 mesi sui lieviti (80,50).
Passatina di lenticchie, con salsiccia d’anatra, chips zucca e a seguire i Tortelli d’Anatra, su crema di polenta, burro e tartufato, (80,95) abbinato con Ripa di Luna Rosso Valcalepio Doc (82,50)
ImageCosciotto d’Anatra in lunga cottura con Funghi e crostoni di polenta, (92,25) abbinato con Luna Rossa – Rosso IGP Riserva (93,50)
Sfogliatella con fichi caramellati, crema al latte e gelato a doppia crema, (75,35) abbinato con Goccio di Sole, Rosso Passito, da Uve di Moscato di Scanzo (85,40)

E’ stato un vero trionfo di gusti e sapori che molti commensali si erano dimenticati, menù molto apprezzato non solo dai numerosi commensali presenti alla serata, nonché e giornalisti di diverse testate nazionali e territoriali.

Il 14 novembre 2016 il Bistek, insieme ad altri 40 ristoratori, provenienti da diverse province d’Italia, ritirerà   il  PREMIO CAMINELLA 2016, in occasione della 13° edizione de il Bontà a Cremona e presenterà il piatto vincitore. Cosciotto d’Anatra in lunga cottura con Funghi e crostoni di polenta, (92,25) abbinato con Luna Rossa – Rosso IGP Riserva (93,50)


Per ulteriori info: Ristorante Bistek
di Antonio Bonetti e Ornella
Viale Alcide De Gasperi, 31,
26017 Trescore Cremasco CR
Telefono: 0373 273046
web: 
www.bistek.it
e-mail: 
Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo
face book:  Ristorante Bistek

ImageImage

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Pross. > Fine >>

Risultati 19 - 27 di 81